MET Gala 2020: primo sguardo alla mostra posticipata per il Coronavirus

L'inaugurazione, prevista a maggio, sarà posticipata al mese di ottobre.

Pubblicato il 29 aprile 2020

Vogue ha pubblicato delle foto esclusive che ci permettono di dare uno sguardo alla mostra legata al MET Gala 2020, la cui inaugurazione è stata posticipata per il Coronavirus. L’apertura della mostra, così come il party, erano previsti per il 5 maggio. Il Metropolitan Museum of Art però resterà chiuso almeno fino a luglio. Il MET Gala 2020 pare si terrà invece a ottobre. Anna Wintour in persona aveva annunciato il rinvio.

Vogue ci permette di vedere in anteprima i preparative della mostra, quest’anno intitolata About Time: Fashion and Duration. Il tema scelto è per l’appunto l’evoluzione della moda, dal 1870 ad oggi. Ogni anno il Metropolitan Museum of Art dedica una mostra a un tema legato al mondo della moda, inaugurata ogni mese di maggio, e anticipata dal MET Gala. Per l’occasione i maggiori personaggi del mondo delle sfilate, del cinema, della tv e della musica indossano abiti eccentrici dei più grandi stilisti. Sempre collegati al tema scelto.

Visualizza questo post su Instagram

‘About Time’ Exhibit, The Metropolitan Museum of Art, New York, NY, 2020 / for @voguemagazine

Un post condiviso da Annie Leibovitz (@annieleibovitz) in data:

Se lo scorso anno gli occhi erano tutti puntati per Lady Gaga e Jennifer Lopez, quest’anno c’era molta attesa per l’arrivo di Meghan Markle. Quella di Vogue è una vera esclusiva, dato che solitamente la stampa non era ammessa per un’anteprima fino a pochi giorni prima dell’apertura della mostra.

Negli scatti di Annie Leibovitz ammiriamo manichini che indossano abiti tra le statue più classiche del museo. Ci sono capi moderni, come una giacca da motociclista e una maxigonna, accanto ad abiti dal taglio più vintage, e capi di fine ‘800 ricreati per l’occasione. Il curatore della mostra, Andrew Bolton, prevede di presentare 160 capi di abbigliamento femminile, che saranno separati in due sezioni, tra oggi e il passato, secondo Vogue.

Seguici anche su Google News!