Riapertura estetisti e parrucchieri regione per regione, protocollo e regole

La riapertura è vicina: ecco le date per barbieri, saloni e centri benessere

Pubblicato il 5 maggio 2020

La attesissima riapertura di estetisti e parrucchieri è vicina: ecco tutto quello che sappiamo, ad oggi, regione per regione, con protocollo e regole da seguire per gestori e clienti.

In questi mesi di quarantena di Coronavirus le nostre vite sono cambiate radicalmente e, di certo, il taglio di capelli e la tinta possono essere considerati gli ultimi dei problemi, vista la situazione economica del paese, la lontananza dai cari, la chiusura forzata. Tuttavia sentirsi bene con se stesse, guardarsi allo specchio e trovarsi in ordine, continuare a curarsi è stato ed è un grande aiuto psicologico in questo momento di crisi. Per ciò abbiamo imparato a gestire la frangetta, a tingere i capelli a casa con rimedi naturali o colorazioni fai da te, a tagliali ai bambini. Abbiamo scoperto nuovi modi per togliere i peli dal viso, per fare la ceretta, per curare le unghie.

C’è, però, una data in fondo al tunnel, una data che permetterà anche ai nostri amici estetisti e parrucchieri di riprendere le loro attività, e a tutte noi di metterci nelle mani di un professionista per i trattamenti beauty preferiti e per i tagli di capelli di tendenza.

Naturalmente, l’emergenza Covid-19 non è finita, per cui è necessario per la salute e la sicurezza di tutti conoscere e seguire alla lettera protocollo e regole.

Riapertura estetisti e parrucchieri: la data

Il DPCM con cui il premier Conte ha annunciato, domenica 26 aprile, alcuni dettagli della Fase Due, ha previsto l’apertura il 4 maggio del comparto manifatturiero e dei negozi all’ingrosso, il 18 maggio delle attività commerciali al dettaglio, mentre il 1° giugno di parrucchieri, barbieri, centri benessere ed estetisti.

In questa nuova Fase, tuttavia, il governo lascia più spazio alle decisioni locali, permettendo alle regioni di definire in alcuni casi con le associazioni di categoria la apertura anticipata dei saloni.

Apertura di parrucchieri e estetisti regione per regione

Non tutte le regioni hanno ancora annunciato un piano per la riapertura anticipata del settore, tuttavia le notizia si susseguono rapidamente, in base agli incontri tra assessorati e associazioni di categoria. Probabilmente, dove non specificato diversamente, la data sarà quella fissata dal decreto, il 1° giugno 2020 (tenendo conto che si tratta di un lunedì, giorno di riposo solitamente per barbieri e parrucchieri, e che il 2 giugno è festa nazionale).

Attualmente è allo studio un piano di apertura anticipata in:

Emilia Romagna

  • Lazio
  • Liguria
  • Marche (via libera confermato della Regione per il 14 maggio)
  • Puglia
  • Sardegna (via libera confermato della Regione per l’11 maggio, a discrezione dei sindaci in base al contagio)
  • Veneto

Protocollo e regole per estetisti e parrucchieri

Le linee guida cui devono attenersi esercenti e clienti vengono definite regione per regione, tuttavia alla base ci sono le direttive del governo. In particolare ogni salone dovrà:

  • svolgere attività esclusivamente su appuntamento;
  • misurare la temperatura degli operatori a inizio servizio;
  • assicurare la permanenza del cliente solo nello spazio di tempo strettamente necessario all’erogazione del sevizio;
  • limitare l’accesso alle aree come la reception a un cliente alla volta;
  • dotare di mascherina clienti e operatori;
  • delimitare gli spazi per assicurare la distanza;
  • utilizzare guanti e materiali monouso;
  • nei centri estetici utilizzare copri scarpe e camici monouso;
  • utilizzare se necessario mascherina Ffp 2, occhiali o visiere protettive;
  • disinfettare le postazioni tra un cliente e l’altro;
  • affiggere cartellonistica con indicazioni chiare per cliente e operatori;
  • offrire orari flessibili per limitare l’afflusso.
Seguici anche su Google News!