Bensone: Buon Anno a tutti con il tipico dolce di Modena

Aggiornato il 10 luglio 2019
[INFORICETTA]

Un dolce antichissimo, che trova le sue origini addirittura nel tredicesimo secolo.
Si dice che il Bensone, in occasione della festa patronale dei fabbri e degli orafi, venisse offerto loro dalla comunità modenese.
Questo dolce è di forma ovale, semplicissimo da fare e si gusta spessissimo tagliato a fette ed imbevuto nel Lambrusco di Modena.
Ma è anche un dolce da colazione con una bella tazza di latte.
In commercio si trovano varie forme di questo dolce: a forma di ”S”, a forma di ciambella. E in due versioni: quella semplice e quella farcita con marmellata di prugne. La ricetta di oggi è la più semplice senza farcitura, che potete gustare a colazione o in compagnia con un vino adatto.
Il vino
Albana di Romagna Docg
Nelle versioni amabile, dolce e passito è adatto a un fine pasto con frutta, formaggi e dessert. I tipi amabile e passito sono da dessert o da bere fuori pasto come vino da conversazione.
Il migliore abbinamento per l’Albana Passito si ha con il classico Formaggio di Fossa accompagnato da miele di castagno.

Preparazione

AVVERTENZA: se si desidera la pasta lievitata sostituite la scorza di limone con una bustina di lievito per dolci. Disponete la farina a “fontana” sul tagliere e versatevi il burro a temperatura ambiente, le uova battute, la scorza di limone grattugiata, l'uvetta sultanina (facoltativa) e un pizzico di sale. Impastate bene gli ingredienti, ponete l'impasto al riparo coperto con un panno in un luogo fresco e lasciate riposare. Ora date all'impasto una forma a piacere, con un pennellino bagnato all'uovo sbattuto con qualche goccia d'acqua bagnate tutta la superficie e ricopritela di granelli di zucchero. Mettete il Bensone in una placca unta e infornate a 180° per circa 30 minuti. photo credit: Turismo Emilia Romagna via photopin cc

AVVERTENZA: se si desidera la pasta lievitata sostituite la scorza di limone con una bustina di lievito per dolci. Disponete la farina a “fontana” sul tagliere e versatevi il burro a temperatura ambiente, le uova battute, la scorza di limone grattugiata, l'uvetta sultanina (facoltativa) e un pizzico di sale. Impastate bene gli ingredienti, ponete l'impasto al riparo coperto con un panno in un luogo fresco e lasciate riposare. Ora date all'impasto una forma a piacere, con un pennellino bagnato all'uovo sbattuto con qualche goccia d'acqua bagnate tutta la superficie e ricopritela di granelli di zucchero. Mettete il Bensone in una placca unta e infornate a 180° per circa 30 minuti. photo credit: Turismo Emilia Romagna via photopin cc

AVVERTENZA: se si desidera la pasta lievitata sostituite la scorza di limone con una bustina di lievito per dolci. Disponete la farina a “fontana” sul tagliere e versatevi il burro a temperatura ambiente, le uova battute, la scorza di limone grattugiata, l'uvetta sultanina (facoltativa) e un pizzico di sale. Impastate bene gli ingredienti, ponete l'impasto al riparo coperto con un panno in un luogo fresco e lasciate riposare. Ora date all'impasto una forma a piacere, con un pennellino bagnato all'uovo sbattuto con qualche goccia d'acqua bagnate tutta la superficie e ricopritela di granelli di zucchero. Mettete il Bensone in una placca unta e infornate a 180° per circa 30 minuti. photo credit: Turismo Emilia Romagna via photopin cc

Articolo originale pubblicato il 1 gennaio 2015

Seguici anche su Google News!

Storia

  • Ricetta del Giorno
  • Ricette di Dolci