Cosciotto di maiale alla grappa: un gustoso secondo per Natale 2014

Aggiornato il 10 luglio 2019

Ingredienti

  • 1 kg di cosciotto di maiale
  • 2 spicchi d’aglio
  • 1 gambo di sedano
  • 4 rametti di prezzemolo
  • 1 carota
  • 1 foglia di alloro
  • 1 bicchiere di vino
  • bianco secco
  • 300 g di porri
  • 3 chiodi di garofano
  • 1bichierino di grappa
  • ½ bicchiere d’aceto
  • 1 dado per brodo
  • burro
  • olio
  • pepe

Per il Natale 2014 ho voluto proporvi un secondo piatto diverso per gusto e aroma, ma anche più economico del vitello in fricandò che vi avevo già proposto in altra occasione e dei pur buonissimi involtini alla sarda conosciuti come coietas che potrete preparare seguendo la ricetta.
Il maiale, in particolare la sua parte pregiata che conoscete sotto il nome di arista, si presta a molte preparazioni anche per i pranzi importanti come quello di Natale.
Anche questo cosciotto di maiale alla grappa non vi farà sfigurare, se non volete ricorrere al solito tacchino. E in tempo di crisi una buona ricetta, un buon vino e la compagnia sapranno creare un’atmosfera natalizia da fotografare.
Il vino
Barbera d’Asti Docg
Si abbina anche ai piatti più difficili.
È perfetto con tonno e salmone alla griglia,
cacciagione, carni rosse e formaggi stagionati,
primi piatti con condimenti a base di carne.
Si abbina ottimamente con primi piatti importanti
come tagliatelle al sugo di lepre, arrosti e brasati,
selvaggina, antipasti saporiti.
Va servito in ampi calici ad una temperatura di 18 – 20°C.

Preparazione

Preparate un mazzetto odoroso con carota, sedano e prezzemolo e legatelo insieme. In una casseruola capiente mettete gli spicchi d’aglio interi e fateli rosolare in metà olio e metà burro. Aggiungete le verdure che avrete legato insieme, i porri tagliati a rondelle e per ultimo la carne. Fate rosolare e spruzzate con un po’d’aceto e poi con vino bianco secco. Quando le verdure saranno appassite e il vino evaporato, aggiungete un po’ di brodo fatto con il dado, i chiodi di garofano, l’alloro e il pepe. Chiudete la casseruola e lasciate cuocere a fuoco bassissimo per circa 4 ore, aggiungendo ogni tanto un po’ di acqua calda se dovesse asciugarsi troppo. Quando vedrete la carne ben morbida, toglietela dal fuoco e mettetela da parte. Filtrate il sugo e rimettetelo nella casseruola insieme alla carne, Riponete la casseruola sul fuoco e unite il bicchierino di grappa. Fate bollire ancora per 10 minuti. Quando il maiale sarà cotto, tagliatelo a fette spesse e servitelo con sugo abbondante. In accompagnamento patate a vspore o riso bianco. photo credit: Paolo Bozzelli via photopin cc

Preparate un mazzetto odoroso con carota, sedano e prezzemolo e legatelo insieme. In una casseruola capiente mettete gli spicchi d’aglio interi e fateli rosolare in metà olio e metà burro. Aggiungete le verdure che avrete legato insieme, i porri tagliati a rondelle e per ultimo la carne. Fate rosolare e spruzzate con un po’d’aceto e poi con vino bianco secco. Quando le verdure saranno appassite e il vino evaporato, aggiungete un po’ di brodo fatto con il dado, i chiodi di garofano, l’alloro e il pepe. Chiudete la casseruola e lasciate cuocere a fuoco bassissimo per circa 4 ore, aggiungendo ogni tanto un po’ di acqua calda se dovesse asciugarsi troppo. Quando vedrete la carne ben morbida, toglietela dal fuoco e mettetela da parte. Filtrate il sugo e rimettetelo nella casseruola insieme alla carne, Riponete la casseruola sul fuoco e unite il bicchierino di grappa. Fate bollire ancora per 10 minuti. Quando il maiale sarà cotto, tagliatelo a fette spesse e servitelo con sugo abbondante. In accompagnamento patate a vspore o riso bianco. photo credit: Paolo Bozzelli via photopin cc

Articolo originale pubblicato il 8 dicembre 2014

Seguici anche su Google News!

Storia

  • Ricetta del Giorno
  • Ricette per cena