Penne del pescatore: idea per il cenone di San Silvestro

Aggiornato il 10 luglio 2019
[INFORICETTA]

Protagonista il pesce, di solito, per il cenone dell’ultima notte dell’anno in famiglia o con gli amici.
Per salutare l’anno che se ne va un allegro cenone con piatti al sapore di mare, dall’antipasto al primo e al secondo piatto.
Ho scelto i gamberi per il primo piatto di oggi, con le penne preferibilmente lisce.
I gamberi sono, comunque, sempre gustosi. Potete utilizzarli anche per preparare antipasti last minute, se il tempo stringe; un primo piatto di fettuccine con gamberi o un saporitissimo risotto ai gamberi.
Non male un brodetto di gamberi e mazzancolle. Sono tutte idee per il cenone di San Silvestro. Buon appetito!!!
Il vino
Il Verdicchio dei Castelli di Jesi Docg
si sposa con tutti i piatti della cucina mediterranea: antipasti, carni bianche, più o meno elaborate, carni bollite, funghi, tartufi, fritti di verdure. Buono anche con le ricette più elaborate che richiedono un vino di forte personalità.
Va servito ad una temperatura di 14°-16°C. Se degustato come aperitivo la temperatura ottimale è di 8°-10°C. Certamente l’abbinamento più classico è quello con il pesce, in particolare con antipasti, risotti e cotture alla griglia o gratinate. Il Verdicchio va servito in calici di media dimensione svasati alla sommità.

Preparazione

Fate bollire una pentola di acqua salata e, quando avrà raggiunto il bollore, tuffatevi i gamberi, spegnete il fuoco e coprite. In un largo tegame fate scaldare l’olio con le foglie di alloro, senza farlo diventare molto caldo, aggiungete i pomodori freschi pelati e privati dei semi oppure dei pomodori pelati in scatola. Mescolate delicatamente finché i pomodori saranno spappolati. Sgusciate i gamberi e uniteli al sugo di pomodoro, salando e spruzzando di timo. Mescolate con molta delicatezza per non rompere i gamberi. A parte, intanto, portate a bollore abbondante acqua salata e fate cuocere le penne tenendole al dente. Scolate le penne e unitevi i gamberi preparati, mescolate e fate saltare le penne tenendo il fuoco piuttosto vivace. Servite con pepe nero fresco e una tritatina di prezzemolo. photo credit: sweet mustache via photopin cc

Fate bollire una pentola di acqua salata e, quando avrà raggiunto il bollore, tuffatevi i gamberi, spegnete il fuoco e coprite. In un largo tegame fate scaldare l’olio con le foglie di alloro, senza farlo diventare molto caldo, aggiungete i pomodori freschi pelati e privati dei semi oppure dei pomodori pelati in scatola. Mescolate delicatamente finché i pomodori saranno spappolati. Sgusciate i gamberi e uniteli al sugo di pomodoro, salando e spruzzando di timo. Mescolate con molta delicatezza per non rompere i gamberi. A parte, intanto, portate a bollore abbondante acqua salata e fate cuocere le penne tenendole al dente. Scolate le penne e unitevi i gamberi preparati, mescolate e fate saltare le penne tenendo il fuoco piuttosto vivace. Servite con pepe nero fresco e una tritatina di prezzemolo. photo credit: sweet mustache via photopin cc

Articolo originale pubblicato il 16 dicembre 2014

Seguici anche su Google News!

Storia

  • Ricetta del Giorno