Rossetto scuro, come trovare quello adatto al proprio sottotono della pelle

Scegliere il rossetto scuro diventa un gioco da ragazzi grazie al sottotono della pelle: ecco come si fa

Pubblicato il 24 novembre 2021
Bellezza

Archiviati i colori più brillanti e protagonisti dell’estate, ad andare per la maggiore in inverno è il rossetto scuro. Non sempre però è facile sentirsi a proprio agio quando lo si indossa, questo perché non è semplice destreggiarsi tra le mille tonalità proposte dai brand e capire a colpo d’occhio qual è quello più giusto. Scopriamo insieme come rendere la scelta del rossetto scuro più semplice grazie al sottotono della pelle.

Rossetto scuro e sottotono: come riconoscerlo

Con sottotono si indica il colore di fondo della pelle, e ciò che ne determina le varianti è la temperatura. Si tratta di una sfumatura intrinseca della carnagione e può essere di tre tipi.

Quando si tratta di colori e make up, entra in gioco l’importanza di conoscere la scala cromatica e gli abbinamenti più armoniosi, tenendo sempre a mente la differenza tra colori caldi e colori freddi. In caso di colori naturali della pelle, make up e abbigliamento, gioca un ruolo importante anche l’armocromia, la scienza dei colori applicata al proprio aspetto, che attraverso analisi specifiche riesce proprio a individuare quali sono le tonalità che meglio si sposano con i toni naturali e di conseguenza riescono meglio a valorizzare il volto. Conoscere il proprio sottotono della pelle fa parte di questa consapevolezza, per sentirsi più sicuri anche in fatto di make up.

Sottotono caldo

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Bianca Balti (@biancabalti)

Appartiene alla pelle dalle sfumature più calde, anche se chiare. Sono le pelli che possiedono una punta di giallo e che stanno meglio con accessori color oro. Le nuances tra cui scegliere un rossetto scuro dovrebbero essere tra questi colori:

  • bordeaux;
  • marrone cioccolato (caldo);
  • malva;
  • lampone;
  • i rossi scuri che contengono una punta di arancione (e sono quindi caldi).

Sottotono freddo

Questa base di pelle emana un colore decisamente più rosa ed è privo di giallo, i colori di rossetti scuri più indicati sono:

  • marrone color caffè (freddo);
  • viola;
  • color prugna;
  • i rossi scuri che contengono una punta di blu (e sono quindi freddi).

Sottotono neutro

A differenza degli altri due, il sottotono neutro è quello più difficile da individuare: è la classica via di mezzo, in cui non spiccano né i toni rosa né quelli gialli. Cosa fare allora con il rossetto scuro? Secondo gli esperti in questo caso non ci sono limiti alla fantasia: il segreto su questi incarnati è sperimentare per capire cosa davvero sta meglio sulle labbra. Magari facendo affidamento a un abbinamento in armonia con i capelli, agli accessori e naturalmente al resto del make up.

Rossetto scuro come e quando applicarlo

Ora che abbiamo scoperto l’importanza del sottotono e quali sono i migliori colori in base alla tonalità di pelle, l’ultima incognita è capire quando va indossato un rossetto scuro, perché per molti rappresenta una scelta audace, al pari di quella di indossare un rossetto rosso fuoco.

Soprattutto nel caso in cui non si è abituati a indossare nuances scure sulle labbra, gli esperti in materia consigliano di procedere per gradi, cosa significa? Il bello dei colori e del make up sta anche in questo: esistono talmente tante gradazioni e rossetti che una volta individuato il colore che preferiamo, che sia un bordeaux o un rossetto marrone, si può iniziare con una/due tonalità più scure rispetto al colore di base, per poi gradualmente passare al colore più scuro. Si avrà così tutto il tempo di capire se la strada che si è intrapresa è quella giusta, senza alcun effetto traumatico.

Infine, mai dimenticare che il rossetto non viaggia da solo: sarà utile quindi scegliere un blush (freddo o caldo) in armonia col nuovo rossetto scuro, per rendere il trucco decisamente più armonioso.

Seguici anche su Google News!

Storia

  • Rossetti