San Marino: un 12enne ruba del cioccolato, si pente e scrive al negoziante le sue scuse

Il ragazzino si era recato nel piccolo Stato per una gita e lì aveva sottratto un ovetto Kinder Joy in un negozio. Tornato a casa, però, si è sentito in colpa per quel furto e ha deciso di scrivere di suo pugno una lettera al proprietario: "Spero che mi possa perdonare perché vorrei essere in pace con lei e con Dio".

Pubblicato il 17 giugno 2022
News

Benjamin, un 12enne svizzero, si era recato a San Marino per una gita e lì aveva rubato un ovetto Kinder Joy in un negozio proprio nel centro cittadino. Tornato a casa, però, si è sentito in colpa per quel furto e, non riuscendo a vivere con questo peso sullo stomaco, ha deciso di scrivere di suo pugno una lettera di scuse al proprietario del negozio.

“Mi chiamo Benjamin – si legge nello scritto -, ho dodici anni e vengo dalla Svizzera. Il 30 maggio sono entrato nel suo negozio ma non avevo soldi e ho rubato un ovetto Kinder Joi del valore di 2,10 euro. Mi dispiace molto. Spero che mi possa perdonare perché vorrei essere in pace con lei e con Dio”.

Il titolare del negozio di San Marino quando ha ricevuto la lettera di scuse del giovane, al cui interno c’era anche una banconota da 10 euro, ha voluto condividerla sul suo profilo Facebook. Danilo Chiaruzzi, così si chiama il commerciante, ha pubblicato la foto, sperando sia d’esempio per molti e dicendo di volere incontrare il ragazzo per stringergli la mano:

“Ormai non mi sorprende più nulla, con quello che abbiamo passato in questi anni, ma oggi mi sono ricreduto. Mi è arrivata una raccomandata dalla Svizzera, scritta a mano con all’ interno 10€ come lettera di scuse (…). Sono rimasto allibito e questa dovrebbero leggerla tanti ragazzi che quotidianamente, per gioco o sfida mi rubano patatine caramelle o altro! Gli risponderò con una cartolina e un invito a tornare a trovarci pet stringergli la mano!”.

Seguici anche su Google News!