Teddy coat: storia, modelli e abbinamenti

Tutto quello che c’è da sapere sul cappotto più glam, che ci fa desiderare l’arrivo dell’inverno

Pubblicato il 4 settembre 2020

In principio fu Max Mara: da quando è nato, il Teddy coat è diventato protagonista di una vera e propria mania e, dato che l’inverno – la sua stagione – è alle porte, vogliamo raccontarvi la storia, i modelli tra cui scegliere e i nostri abbinamenti preferiti per il cappotto più trendy mai esistito. Da Julia Roberts a Heidi Klum, da Hailey Baldwin a Georgia May Jagger, non c’è star che abbia rinunciato a sfoggiarlo e oggi, a riprova del suo successo, il Teddy bear coat originale di Max Mara è rivisitato e riproposto da tutti i brand mainstream, e non solo.

Le sue caratteristiche? Prima di tutto la pelliccia come quella di un orsacchiotto di peluche e i volumi oversize, che lo rendono riconoscibile e originale. Neanche a dirlo, è caldissimo, perfetto per le giornate invernali più fredde, e non vi farà rimpiangere pellicce e giacche a vento. È, poi, super versatile, perché si abbina bene sia ai look casual e urbani che a abiti sofisticati e tacchi eleganti. Vi basterà indossarlo per sentirvi, con un gesto, già una celebrity.

Max Mara Cappotto in cammello

La storia del Teddy bear coat

Caldo come un abbraccio, elegante come un ‘icon coat’ il Teddy Bear è il cappotto più amato da modelle, celebrities e non solo: ha dato origine a una vera Teddymania”. Così Max Mara lo racconta. Lanciato nel 2013, il cappotto dai volumi cocoon, in morbidissima lana di alpaca effetto pelliccia su una base di seta, è andato esaurito nel giro di pochissimo tempo.

La mostra Coats! di Max Mara

Il collo con rever, le maniche a giro basso, le tasche a filettone sui fianchi e la chiusura a doppiopetto con bottoni lo hanno reso subito un nuovo classico, mentre la gamma dei colori, in cui accanto al classico nero e al beige troviamo il bianco, il rosso e il turchese, gli hanno fatto scalare tutte le classifiche dei fashion must.

I modelli

Da Max Mara, il Teddy Bear Coat si lascia andare a ben poche varianti rispetto al classico, a parte le lunghezze, che variano dal ginocchio alla caviglia, e il modello con collo in piedi ampio e maniche a kimono.

Max Mara Teddy Bear Icon Coat 1.750 euro

Una versione corta, a spolverino, in pelliccia di pile con colletto e ampi revers, bottoni automatici nascosti davanti e tasche laterali a filetto, si può trovare da H&M.

H&M Cappotto corto pelliccia pile 69,99 euro

Più che un orsetto, ricorda forse una pecorella, per via del colore, la proposta New Look su Asos, dalla vestibilità classica.

New Look Cappotto in peluche crema 64,99 euro

Teddy coat, gli abbinamenti

Il “Teddy” è adatto a tutti i tipi di look, da quelli da ufficio agli outfit casual, passando per quelli eleganti, a cui da un tocco di estrosa personalità.

  • T-shirt jeans e sneakers (Pinterest)

    Teddy coat T-shirt e sneakers. L’abbinamento più amato, perché semplicissimo e al tempo stesso ultra fashion, specialmente con jeans di tendenza come i Mom Jeans.

  • Pantaloni cropped e stivaletti pitonati (Pinterest)

    Teddy coat Pantaloni cropped e stivaletti pitonati. Un look sofisticato, specialmente per chi è attenta ai dettagli e agli accessori che fanno la differenza.

  • Pantaloni in pelle e combat boot (Pinterest)

    Teddy coat Pantaloni in pelle e combat boot. Fuori orsetto, dentro rock! Un outfit per chi ama giocare con i contrasti.

  • Gonna lunga in tulle e anfibi (Pinterest)

    Teddy coat Gonna lunga in tulle e anfibi. Se sei romantica e glam, questo è l’abbinamento che fa per te.

  • Dolcevita longuette e stivali (Pinterest)

    Teddy coat Dolcevita longuette e stivali. Elegante, equilibrato, evergreen, con questi accostamenti sarà impossibile sbagliare.

Seguici anche su Google News!

Storia

  • Abbinamenti
  • Moda Autunno Inverno