Se avete sempre desiderato possedere l’innata arte della seduzione, ma non avete mai pensato di aver ricevuto il dono, è tempo di rivalsa: ecco il decalogo delle regole d’oro raccolte direttamente dalla prospettiva maschile… impossibile sbagliare.

Decalogo da usare con cautela, poiché da grande potere deriva anche grande responsabilità…

Location: scegliere la giusta location per il vostro incontro è quasi fondamentale. Anche se questo è solo il primo passo per conquistare un uomo, poiché molto altro dipenderà dal tuo atteggiamento e comportamento, scegliere un luogo che riduca le distrazioni e concentri la sua attenzione tutta su di te ti aiuterà a essere più padrona della situazione.

Galleria di immagini: Uomini single

Profumo: avere un buon profumo è un dettaglio che non passa inosservato. Scegli una fragranza che ti piace particolarmente, o che ti rappresenta, e lascia con questa il tuo segno inconfondibile per lui. Tra i profumi più apprezzati dal sesso forte ci sono sandalo, rosa, ylang ylang, jasmine e patchouli. Metti un po’ di profumo nei punti strategici (dietro alle orecchie, nell’interno gomito, dietro le ginocchia e vicino alle caviglie) ma attenta a non esagerare: lasciare la scia non è poi molto chic…

Stile: certamente gli uomini sono attratti dalle donne vestite in modo succinto, ma spesso ne sono anche intimoriti. Il segreto è trovare il tuo stile senza esagerare, saper catturare la sua attenzione senza metterti completamente in mostra, bensì rendendoti interessante creando un po’ di mistero.

Determinazione: il vero segreto di seduzione è stare bene con te stessa. Sii sicura delle tue qualità e non farti prendere dall’imbarazzo. Certo, questo significa trovare il giusto compromesso: non fare scena muta ma non ostentare neanche saccenteria. Il confine è sottile, lo sappiamo, ma con un po’ di sangue freddo riuscirai a valutare la situazione e a condurla nel modo migliore.

Interesse: è il momento di mostrare alla tua preda che sei interessata. Di nuovo, è importante non esagerare con i segnali espliciti, che da un gioco divertente posso trasformare la situazione in imbarazzante se non addirittura fastidiosa. Segni convenzionali che gli uomini sono in grado di recepire sono giocare un po’ con i tuoi capelli, guardarlo in modo diretto in viso, cercare un minimo contatto fisico (anche con una scusa). L’importante è che tu sia discreta.

Anticipazione: a questo punto, è il momento di “farti desiderare“. Non essere troppo ovvia, non fargli capire che sei totalmente ben predisposta nei suoi confronti, anche se abbiamo appena svelato che la regola 5 è quella di dimostrargli il tuo interesse. Il trucco della regola 6 è proprio quello di essere un po’ contraddittoria, ignorarlo un po’, tenerlo sulle spine. E poi ritornare sui tuoi passi. Senza creare un tira e molla infantile, rendersi però un po’ esclusive gli darà l’idea che tu non sia scontata e dominabile.

Sguardo: chiamata anche French Technique, si tratta di un gioco di sguardi. Si risolve in occhiate (non essere pateticamente languida) che poi si ritraggono, per poi ritornare di nuovo. Comunicagli qualcosa, ma sii ancora una volta discreta. Non imbarazzarlo, non essere insistente, ma flirta un po’ con i tuoi occhi.

Tatto: la regola più vecchia del mondo… ma vale ancora. Cerca il contatto fisico, senza forzarlo, in modo che sembri accidentale. Molti uomini ben accettano un leggero contatto fisico durante le conversazioni, poiché avviene in modo più spontaneo, e può aiutarti a fargli capire che hai apprezzato una sua battuta o altro che lui ha detto.

Danza: per alcuni uomini la danza è un momento di avvicinamento e rappresenta qualcosa di sensuale. Se ti senti completamente imbarazzata e bloccata, compra un DVD in cui impari le mosse e poi… a te il dance floor.

Segreto: si dice spesso che le donne facciano tutto ma che lascino credere agli uomini di averlo fatto loro. Ecco l’essenza dell’ultima regola: non fargli capire che lo stai seducendo, anzi, fagli credere che sia lui ad aver sedotto te. Questo dà ai maschietti molta sicurezza e li aiuta a rapportarsi meglio con te… anche se tutta la fatica l’hai fatta tu. Ma pazienza…

Ultimo consiglio: lasciamo da parte gli uomini fidanzati e quelli sposati (il mare è grande, immenso per cercare altrove). In fondo, si tratta solo di saper accendere il giusto “interruttore”, che è soggettivo per ognuno. Ma una volta trovato, sarete finalmente anche voi padrone dell’innata arte della seduzione.