Ci sono il pranzo, i regali e gli auguri ma – dopo questi momenti – spesso ci si ritrova in casa alla ricerca di cose da fare il giorno di Natale. Soprattutto le ora del pomeriggio, infatti, possono essere lunghe se si è abituati ai ritmi frenetici dei nostri giorni, in cui ogni momento viene riempito di cose da fare.

D’altro canto, proprio tutto questo tempo libero a cui non si è abituati potrebbe essere utilizzato per fare qualcosa di interessante, di buono o di divertente, a seconda dei desideri e di quello che sentiamo mancare nella nostra vita di tutti i giorni.

Ecco, allora, i consigli su 7 cose da fare il giorno di Natale da copiare o da cui prendere ispirazione per i propri progetti.

  1. Giocare a tombola. La tombola, specialmente la versione napoletana con La Smorfia, che associa i numeri a significati di solito umoristici, è un gioco tradizionale e antichissimo. Sarebbe nata nel 1734 a Napoli, quando il gioco del lotto fu vietato per motivi religiosi durante le festività, così che le famiglie si organizzarono con questa versione casalinga. Anche se in molti sbuffano e temono di annoiarsi, meglio fare qualche partita per non pentirsi, dopo il 6 gennaio, di non aver giocato.
  2. Una passeggiata al parco. Anche se i negozi sono chiusi e il centro città può essere un “mortorio”, lo spettacolo della natura non va mai in ferie: fate una passeggiata nel parco più vicino o in uno che desiderate visitare da tempo. Sarà un’ottima maniera anche per smaltire le calorie in eccesso accumulate con pranzi e cene di Natale.
  3. Pattinare sul ghiaccio. Ormai ogni città e cittadina in Italia ha allestito una pista di pattinaggio sul ghiaccio in una delle sue piazze: per evitare che il giorno di Natale diventi troppo sedentario recatevi lì. Sarà un’esperienza romantica e divertente per grandi e per bambini.
  4. Rivedere un film di Natale. Che Natale sarebbe senza quei film che sono entrati nell’immaginario delle famiglie come parte integrante delle feste? Avendo cura di tenere spenta la tv e non utilizzarla come sottofondo durante il pasto, una volta finito di mangiare scegliete un dvd o studiate i programmi delle reti per rivedere le pellicole più amate sul divano con il partner, la famiglia, i bambini.
  5. Andare a trovare i nonni. Che si tratti dei nonni, degli anziani zii o di qualche parente o amico di famiglia che è rimasto a casa perché molto anziano o malato, cercate di non lasciare solo nessuno nel giorno di Natale. Così, dopo aver mangiato, giocato, riso, fate un salto a trovarli, per portare loro lo spirito delle feste.
  6. Fare volontariato. Presso il comune, le parrocchie o le associazioni, si può essere volontari per un giorno, un giorno molto speciale da dedicare non solo a se stessi e alla famiglia, ma agli altri, agli ultimi della società. Il volontariato, pur se per poche ore, può essere un’attività molto educativa anche per i bambini, che possono imparare i veri valori del Natale, cioè l’amore e la solidarietà.
  7. Rilassarsi. Non dimenticate, poi, di cercare di rilassarvi. Ore e ore passate in cucina, a preparare pranzi e cene, ad allestire la tavola, a giocare con i bambini e accogliere gli ospiti per poi risistemare a fine festa: ci vuole senz’altro un momento di pausa. Prendetevelo senza riserve, altrimenti non arriverete vivi a Capodanno.