Come si bacia un ragazzo. Allora, prima di tutto, se state per affrontare il vostro primo bacio, dimenticatevi la magia: il primo bacio, solitamente, fa schifo. E’ bagnato, viscido e si ha la sensazione che una lumaca si sia fatta una passeggiata sulla faccia, quindi non date troppa importanza a questo momento, perché è il secondo bacio, a mio modesto parere, la vera figata.

Detto questo, non esiste un vero e proprio manuale per baciare bene: ognuno lo fa un po’ a modo proprio e anche i gusti in relazione al bacio cambiano da individuo a individuo: c’è a chi piace l’effetto lavatrice, a chi adora infilarti la lingua in gola, e chi la lingua sembra quasi abbia paura di utilizzarla.

Ad ogni modo, un bel bacio alla francese che riesca a togliere il fiato non è proprio facile da dare, ecco quindi 5 regole da tenere in mente:

1. Lavatevi i denti e assicuratevi che il vostro alito non stenda i morti. E’ essenziale.

2. La bocca non è un orologio a cucù che quando arriva il  momento, sputa fuori l’uccellino: non lanciatela fuori dalla bocca come se fosse un boccone bollente. Avvicinatevi a lei/lui, e procedete così: bocca chiusa, bocca aperta senza lingua, bocca aperta con appena un accenno di lingua e, infine, lingua.

3. Non allargate la bocca più di quella del vostro partner a meno che non abbiate deciso di provare a mangiargli la testa.

4. Respirate con il naso e ingoiate la saliva, altrimenti rischiate di sbavare dagli angoli della bocca e non è bello.

5. La lingua è un muscolo volontario. Gestitela.

photo credit: Daniel Stark via photopin cc