Chiamata anche dieta Mech dal nome del suo ideatore Gianluca Mech, la dieta tisanoreica ha ottenuto negli anni un vasto consenso, spesso anche tra le celeb.

Ma di cosa si stratta? Sostanzialmente di una dieta iperproteica per certi versi simile alla dieta chetogenica che consiste nell’eliminazione totale dei carboidrati.

Il fabbisogno energetico giornaliero viene soddisfatto dall’alimentazione mentre quello glucidico viene attinto dalle riserve di grasso, permettendo un dimagrimento piuttosto veloce. I risultati? Si possono perdere fino a 8 kg in poco più di un mese.

A differenza della dieta chetogenica, però, quella tisanoreica risulta meno stressante e più facile da seguire perché prevede anche l’assunzione di appositi preparati che sostituiscono i cibi vietati. Disponibili in barrette e bustine, gli alimenti tisanoreici prevedono diversi tipi di zuppe ma anche budini, frullati, bibite, snack e prodotti simili al pane, che possono essere acquistati in farmacia o in erboristeria.

Vanno comunque tenuti in seria considerazione quelli che possono essere gli effetti collaterali legati a un regime alimentare di questo tipo: per questo è bene seguire la dieta per un periodo limitato e sempre sotto stretto controllo medico.

Come funziona la dieta tisanoreica

La dieta tisanoreica dura 40 giorni e prevede essenzialmente tre fasi:

  • Fase intensiva. I carboidrati vengono totalmente eliminati. Sono invece consentite le verdure, ma solo quelle verdi (non quelle colorate) e un solo pasto a base di proteine come carne e pesce magri oppure uova. Gli altri pasti sono esclusivamente a base di preparati tisanoreici.
  • Fase di stabilizzazione. Nella seconda fase vengono gradualmente reintrodotti i carboidrati, ma solo a basso indice glicemico, come pane e pasta integrale. I preparati tisanoreici in questa fase vengono ridotti a due al giorno.
  • Fase di mantenimento. È il momento in cui si torna a una dieta varia ed equilibrata, calcolando però le calorie assunte attraverso l’alimentazione.

Esempio di menu

Ecco nel dettaglio un esempio di menu giornaliero relativo alle due fasi cruciali della dieta.

Fase intensiva

  • Colazione: una pietanza tisanoreica, accompagnata da un tè o da un caffè
  • Pranzo: una porzione di verdura con un preparato tisanoreico che può essere sostituito qualche volta da un piatto proteico come carne, pesce o uova.
  • Merenda: cibo tisanoreico.
  • Cena: verdure, una pietanza tisanoreica e una porzione di proteine a scelta tra carne magra, pesce, uova o salumi magri come bresaola o prosciutto crudo

Fase di stabilizzazione

  • Colazione: una pietanza tisanoreica accompagnata da tè o caffè
  • Pranzo: una porzione di verdure (non solo quelle verdi) e un piatto di carne oppure di pesce.
  • Merenda: una pietanza tisanoreica.
  • Cena: una porzione di verdure, un piatto di minestrone a cui aggiungere un po’ di pasta o riso integrali e un piatto proteico.

Leggi anche: Dieta Dukan: come funziona | Dieta detox per dimagrire velocemente