La citano in continuazione: i politici, i comici, i giornalisti, ma pochi forse sanno il perché la casalinga di Voghera sia tanto in voga (e scusate il gioco di parole!).

Le signore della cittadina in provincia di Pavia, sono diventate così famose grazie ad un’inchiesta avviata nel 1966 dal Servizio Opinioni della RAI per capire quante, tra le parole utilizzare tra gli approfondimenti giornalistici di attualità politica, fossero pienamente comprensibili dall’italiano medio. Durante le interviste i cittadini italiani dovevano spiegare il significato di parole come “scrutinio”, “leader”, “referendum”, etc. e tra i componenti del campione scelto, le casalinghe di Voghera risultarono essere le più ignoranti in materia.

Con l’andar del tempo l’espressione si è sedimentata nei modi di dire italiani diventando una frase idiomatica che indica quella fascia della popolazione  piccolo-borghese, dal basso livello di istruzione e che possiede un lavoro generalmente molto semplice o umile. Solitamente non assume connotazioni negative, ma semplicemente un’impronta di tipo nazional-popolare.

photo credit: loungerie via photopin cc