Addio a Monica Vitti, attrice indimenticabile e icona assoluta di stile

La musa di Mario Monicelli e di Michelangelo Antonioni si è spenta a novant'anni dopo aver lottato a lungo contro una grave malattia.

Pubblicato il 2 febbraio 2022
News

Quella voce roca, i capelli biondi, gli occhi meravigliosi incorniciati dall’iconico eyeliner nero. Monica Vitti si è spenta all’età di novant’anni, dopo aver lottato a lungo contro una grave malattia che l’aveva portata – ormai da tempo – a ritirarsi dalla scena pubblica. Fra le più grandi interpreti del cinema italiano, poliedrica e mimetica, Vitti è stata la musa di Mario Monicelli e di Michelangelo Antonioni; ha saputo farsi interprete del dramma e della commedia all’italiana, declinando al femminile quell’ironia tipica di Ugo Tognazzi e Alberto Sordi.

Un talento, il suo, che si è accompagnato negli anni a uno stile unico, chic ma anche romantico e avanguardista. Era un’amante della moda Monica Vitti, capace di giocare con gli accessori, mixando abiti dal sapore classico a dettagli stravaganti e inusuali, per realizzare uno stile unico: il suo. Perciò ecco cinque outfit indimenticabili della Dolce Vitti.

I capispalla sfoggiati da Monica Vitti sono indimenticabili. Pezzi unici – sia da giorno che da sera – caratterizzati da linee essenziali, eleganti, classiche, che mettevano in risalto la sua silhouette elegante. Tra i più iconici ci sono i  mini-coat in bianco optical, a cui si ispirano i cappotti della collezione F / W 2021/2022 di Courreges.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Monica Vitti (@monica.vitti_)

Come dimenticare, poi, i trench o i soprabiti doppiopetto in suede, come quello sfoggiato da Vitti in questa foto che risale a fine Anni ’60.

Nello scatto Monica Vitti immortalata al Festival di Cannes 1977. Qui sfoggia un long-dress fantasia costellato di ruches e delicati plissé. Una tonalità chiara e floreale – tra le più amate dall’attrice -, che ha sempre cercato di equilibrare il suo stile classico e lineare con dettagli inaspettati, come stole sontuose, boa di struzzo. O abiti piumati o con pailletes.

I famosi occhiali a mascherina e i completi animalier non potevano certo mancare a questa breve rassegna. Questa foto è stata scattata il 15 aprile 1966, a Parigi, dove Monica Vitti assiste alla sfilata di Dior.

Non dimentichiamo, poi, a passione per le collanine romantic – hippie, che Monica Vitti amava sfoggiare, abbinate a look floreali, la sua ‘trama’ preferita.

E poi i completi. Blazer monopetto in velluto e sagomati in vita, camicie dal taglio squisitamente maschile, pantaloni a vita alta: un’eleganza classica, unita ad una vera e propria passione lo stile casual degli Anni ’70.

Seguici anche su Google News!