Andromache: l'artista di Cipro, sul palco dell'Eurovision con un look da venere

La cantante non ha passato il turno per la finale, ma la sua esibizione nella seconda serata della kermesse non è passata certo inosservata: fasciata in un abito luccicante a sirena, firmato da Stelios Koudounaris, è salita sul palco accompagnata da due ballerine e da una conchiglia gigante che ricordava il quadro di Botticelli.

Pubblicato il 13 maggio 2022
Moda

Sul palco della seconda semifinale dell’Eurovision Song Contest 2022, c’era anche Cipro con la cantante portabandiera Andromache. L’artista è stata la nona ad esibirsi il 12 maggio al PalaOlimpico di Torino e, sebbene non abbia passato il turno e non la rivedremo nella finale di sabato, il look di questa serata non è passato certo inosservato.

Andromachī Dīmītropoulou, in arte Andromache, non è originaria del Paese per il quale gareggia, proprio come Achille Lauro: è nata in Germania e poi si è trasferita in Grecia. Qui ha partecipato al talent show The Voice, primo palco che l’ha portata alla visibilità.

Ora, con il brano inedito Ela, giudicato dall’emittente radiotelevisiva CyBc il più adatto a rappresentare Cipro, è salita sul palco della kermesse sulle note orientaleggianti del suo brano e con in look da vera venere.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da fav since 18 ♾️ (@andromachesfans)

Fasciata in un abito luccicante, modello sirena, firmato dallo stilista Stelios Koudounaris, Andromache si è esibita con alle spalle una scenografia che ricordava la famosa conchiglia del quadro di Botticelli, dalla quale appunto nasceva Venere.

Un look da dea ma anche molto trendy con dei tagli cut out sull’addome e il reggiseno a bustier. Ad accompagnarla sul palco c’erano anche due ballerine, che hanno interpretato la musica danzando ai lati della grande conchiglia sulla quale Andromache si è esibita.

La sua Ela, che tradotta significa Dai, è una canzone che possiamo definire etno-pop pubblicata per la prima volta il 9 marzo 2022. Un singolo dalle sonorità multiculturali, grazie anche alla presenza di strumenti come bouzouki greco e fyell brezi albanese. A scrivere il brano è stato un team di cantautori di nazionalità greca, albanese, olandese, svedese e spagnola tra cui Alex P, Arash e Filloreta Raci.

Seguici anche su Google News!