Balmain e Netflix lanciano una collezione ispirata al film The Harder They Fall

La maison francese ha creato una capsule collection in collaborazione con il colosso dello streaming, che unisce lo stile western della pellicola all'eleganza tipica del brand. I capi sono in vendita sul sito ufficiale della piattaforma e in alcune boutique.

Pubblicato il 4 novembre 2021
Moda

Il 3 novembre ha debuttato su Netflix il film The Harder They Fall, rivisitazione in chiave moderna di un western diretta da Jeymes Samuel. In concomitanza con l’uscita della pellicola, la maison Balmain ha lanciato una collezione in edizione limitata in collaborazione con il colosso dello streaming ispirata al film, di cui porta lo stesso nome.

Una capsule collection di abiti e accessori dall’inconfondibile stile western, unito però all’eleganza che da sempre caratterizza il brand. L’idea è nata quando Olivier Rousteing, direttore creativo di Balmain, è stato chiamato a disegnare alcuni capi per il film:

“Mi è stato chiesto di disegnare alcuni capi, che sono stati magistralmente integrati nel fantastico contesto che la talentuosa direttrice dei costumi Antoinette Messam ha creato per il film. Ma, a dire il vero, volevo fare molto, molto di più. Quindi ero elettrizzato quando il team di The Harder They Fall mi ha chiesto se fossi disposto a spingermi un po’ più in là, ed è così che abbiamo deciso di collaborare a una speciale collezione Balmain-The Harder They Fall in edizione limitata, ispirata al mood di questo western rivoluzionario”,

ha spiegato in un comunicato. La collezione è disponibile sul sito web Netflix.shop, il rivenditore ufficiale delle capsule collections dedicate a film e serie tv della piattaforma, ma anche in alcune selezionate boutique Balmain. Per il lancio dei capi ispirati a The Harder They Fall, la maison si è affidata a Farfetch, che ha creato appositamente dei contenuti 3D che ha poi pubblicato su Instagram.

“Anche se questa è la prima collaborazione di Netflix nel campo della moda di lusso, questa partnership in realtà si basa sul passato del marchio. Fin dagli esordi, la maison ha collaborato con il cinema. Pierre Balmain amava usare i suoi modelli per aiutare a raccontare storie. Ha creato i costumi per una moltitudine di balletti e opere teatrali, ed è stato l’ideatore del guardaroba di oltre cinquanta produzioni in studio europee e americane. E il nostro fondatore sembra non aver avuto alcun timore nell’opporsi alle convenzioni del suo tempo. Oggi, continuiamo l’eredità distintiva del couturier di andare sempre oltre i limiti e sono onorato che mi abbiano permesso di partecipare a questo momento”,

ha detto ancora Rousteing. Mentre Jeymes Samuel, scrittore, regista, produttore e compositore del film, ha aggiunto:

“Per me, collaborare con Balmain è stata una scelta naturale. È lo stesso modo in cui ogni aspetto di questo film è stato progettato, con l’istinto e la fiducia nelle persone che incarnano i personaggi. Sia in passerella che fuori, Olivier Rousteing ha fatto in modo che il brand rappresenti una forza e un’unità che dia uguaglianza a tutti, indipendentemente da razza, sesso o altro”.

Seguici anche su Google News!