Sanremo 2022: ecco chi sono i grandi esclusi, non ci sono solo i Jalisse

Tra i No del direttore artistico Amadeus spuntano grandi nomi del panorama musicale. Da Ron a Marco Masini, passando per la polemica di Francesco Monte e della coppia di Fiumi di parole, vincitrice della kermesse nel 1997.

Pubblicato il 6 dicembre 2021
News

22 concorrenti che parteciperanno al Festival di Sanremo 2022 ormai li sappiamo. Riecheggiano ovunque da sabato 4 dicembre 2021, quando Amadeus li ha annunciati al Tg1 delle 20. Tra grandi nomi, incredibili ritorni e molte new entry però fa eco la delusione degli esclusi.

E se il clamoroso record dei Jalisse, esclusi per la 25esima volta dalla competizione della kermesse canora, ha fatto molto rumore mediatico, pare ci siano anche altri cantanti da annoverare nella lista dei bocciati da Amadeus. Sono più di cento infatti le proposte arrivate al direttore artistico e tra loro anche nomi inaspettati.

Uno dei big esclusi dal Festival sembrerebbe essere Ron. L’artista di Dorno ha già pronto un nuovo album di inediti che dovrebbe uscire proprio a gennaio e pare che la strada sanremese fosse perfetta per il lancio. Le cose evidentemente non sono andate bene. Come riporta il sito di All Music Italia, stesso discorso anche per Marco Masini e per Red Canzian.

Nella lunga lista compaiono anche Lorenzo Fragola, che al Festival partecipò nel 2015 e nel 2016, Bobby Solo e Povia, che dalla kermesse manca dal 2010. Niente palco nemmeno per Pierdavide Carone, Mr. Rain (al suo quarto tentativo di seguito), Mauro Ermanno Giovanardi, Emanuele Aloia e l’accoppiata formata da Cor Veleno con i Tre Allegri Ragazzi Morti.

Tra le nuove proposte esclusi pure tre vincitori della categoria nuove proposte, Giovanni Caccamo, Leo Gassmann e Gaudiano. Sanremo sfumato anche per Il Tre, la coppia formata da Tecla, con Alfa e Francesco Monte. Quest’ultimo su Instagram ha anche commentato la scelta di Amadeus e l’ammissione in gara di Ana Mena, forse con un pizzico di risentimento e delusione di troppo:

“Ma cosa ci sta? Siete seri? Ma non era il Festival della canzone italiana e si presuppone dei cantanti italiani? Signora Rai, con tutti gli artisti italiani che ci sono, che ci provano, si impegnano e faticano lo trovo poco rispettoso e fuori regolamento. Ricordo che gli artisti stranieri non potevano essere in gara ma solo esibirsi come ospiti. Cambiato qualcosa a discapito di noi italiani?”.

L’ex di Uomini e donne si riferisce alla nazionalità della cantante di A un passo dalla Luna, scordandosi forse che il Festival è della canzone italiana e non degli artisti con nazionalità italiana. In effetti, dagli Anni ‘60 a oggi sono stati molti gli interpreti internazionali che hanno partecipato alla gara. Deluso anche il cantante Pago, che sui social ha lanciato una frecciatina ad Amadeus: “Molti SÌ sono sempre gli stessi, proprio come i NO”.

Se finora abbiamo scritto solo di nomi maschili, l’elenco delle artiste escluse dalla kermesse non è da meno. Come riporta sempre All Music Italia, sono stati scartati i brani di Mietta, Patty Pravo, Dolcenera e Simona Molinari. Anche Marcella Bella non è riuscita a entrare nella rosa dei concorrenti. In un’intervista al Giornale aveva rivelato di sognare una partecipazione al Festival per celebrare i 50 anni del suo successo del’72, Montagne Verdi. È un no anche per Anna Tatangelo, Bianca Atzei, Nina Zilli e Ariete e Maria Antonietta.

Tra le band sono stati esclusi i The Kolors, i Boomdabash, l’Orchestraccia, l’accoppiata Eugenio in Via di Gioia con Elio, la band femminile Le Deva, il duo de I Legno, i Matia Bazar, e come abbiamo già accennato, i Jalisse, esclusi per il 25esimo anno consecutivo e tra i primi a far sentire la grande delusione:

“Oggi sono 25 i brani e 25 le esclusioni dal Festival, ma questa volta lascio parlare le persone. E tornano in mente le pagine dello storico giornalista e vice direttore del celebre Tv Sorrisi e Canzoni Gigi Vesigna (nel libro con la prefazione di Antonio Ricci). La famosa ripartenza non è per tutti; noi Jalisse non abbiamo spazio sul pentagramma del Festival di Sanremo, ma si può parlare di noi e fare citazioni”.

Seguici anche su Google News!