Come pulire e lucidare i gioielli

Una guida indispensabile per rimuovere ossido, patine e impurità da oro, da oro, argento, metalli come l’acciaio Breil e pezzi Pandora e Tiffany

Pubblicato il 16 settembre 2020

Non c’è donna che non li ami, eppure in molte non sanno che capire come pulire e lucidare i gioielli permette a questi accessori non solo di brillare al massimo del loro splendore, ma anche di prolungare al meglio la loro vita. Oro, argento e metalli dei nostri Pandora e Tiffany, infatti, al pari di abiti, scarpe e borse, hanno bisogno di una certa manutenzione. Che qualcuno se ne prenda cura, insomma. Oltre che per restituire la brillantezza, anche per rimuovere la patina di impurità che inevitabilmente, con il contatto con la pelle e con gli agenti atmosferici, si deposita sulla superficie e ne offusca la bellezza.

Gli esperti sottolineano due consigli per evitare, ritardare e limitare l’ossidazione. Il primo è quello di separare i gioielli quando si ripongono e di non farli finire a contatto tra loro, soprattutto se in materiali diversi. Si possono tenere ognuno nella propria scatola o, in alternativa, separare con della carta velina. Il secondo è limitare l’uso di creme e profumi sulla pelle nelle zone in cui si indossano i gioielli, che potrebbero essere rovinati dalle composizioni più o meno chimiche di questi prodotti.

Ogni tipo di metallo richiede, ovviamente, una pulizia specifica, con prodotti e metodologie differenti. È possibile puntare su una pulizia gioielli fai da te, con rimedi naturali e casalinghi, opzione consigliabile solo per accessori con un valore non troppo elevato; su prodotti specifici da acquistare nei negozi di settore o al supermercato; o ancora rivolgersi all’orafo di fiducia, che saprà consigliare la soluzione migliore in base alle esigenze.

A scopo informativo, affinché possiate conoscere le opzioni possibili, ecco come pulire e lucidare i gioielli di vari metalli e brand, dall’oro all’argento, dalle creazioni di Pandora a quelle Tiffany.

Come pulire i gioielli in oro

La pulizia dei gioielli in oro

Il modo migliore per pulire l’oro in casa è utilizzare acqua tiepida con qualche goccia di sapone neutro. Dopo aver tenuto qualche minuto a bagno i gioielli, si possono pulire con una spazzola molto delicata, risciacquare e asciugare molto bene.

Tra le alternative, tutte valide sul mercato, da scegliere in base al budget, ci sono pulitori liquidi o in pasta, non abrasivi, i nuovi panni per la pulizia dell’oro e le vaschette a ultrasuoni, costose e non adatte a gioielli con pietre preziose o parti delicate, ma in grado di rimuovere lo sporco anche nei punti difficili da raggiungere.

Cme pulire i gioielli in argento

Il metodo più efficace per pulire l’argento è utilizzare sale e alluminio. Ricoprite una ciotola con un foglio di alluminio da cucina e riempitela con acqua bollente e una manciata di sale. Immergete gli oggetti da pulire per un’ora e, infine, asciugate con un panno morbido.

Anche per l’argento sono valide molte soluzioni da acquistare online e nei negozi, dalle paste ai pulitori a ultrasuoni.

Pulizia di gioielli in metallo

come pulire il metallo

Come procedere per la pulizia di altri metalli, come per esempio l’acciaio dei Breil? Nella maggior parte dei casi basta passare un panno umido sulla superficie del gioiello, con particolare attenzione nei punti in cui sono presenti perle o cristalli. In alternativa si può pulire con un panno inumidito con una soluzione di acqua e sapone neutro delicato, risciacquando in acqua pulita e calda e asciugando delicatamente con un panno morbido e asciutto.

Come lucidare i gioielli Pandora

Per pulire i metalli dei gioielli Pandora, il brand stesso consiglia di:

  • utilizzare un panno lucidante per prevenire l’ossidazione e far brillare il metallo;
  • pulire il gioiello con acqua tiepida e sapone neutro e spazzolarlo leggermente con uno spazzolino da denti morbido;
  • evitare l’utilizzo di prodotti per la lucidatura dell’argento perché potrebbero danneggiare i dettagli ossidati;
  • pulire le pietre con acqua tiepida e sapone neutro e spazzolare gentilmente;
  • pulire legno e pelle con prodotti di pulizia professionali leggeri (senza elementi chimici) o solo con un panno umido di acqua, evitando l’acqua saponata;
  • detergere il vetro di Murano con acqua calda con una piccola quantità di sapone liquido neutro, sciacquando con acqua e asciugando con un panno leggero.

Pulire e lucidare i gioielli Tiffany & Co

Anche Tiffany & Co, sui propri canali, consiglia come pulire i propri gioielli, specificando le procedure per diverse tipologie.

Come pulire l’argento Tiffany & Co

Per questo il brand consiglia di utilizzare una piccola quantità dell’apposito prodotto per la pulizia dei gioielli in argento Tiffany (in vendita anche nello shop online) su un panno morbido, strofinando delicatamente, risciacquando abbondantemente con acqua calda e asciugando con cura.

Come pulire i gioielli in oro e platino

Per quanto riguarda oro e platino, la pulizia professionale dei gioielli è consigliata almeno una volta all’anno e per farla basta recarsi in uno degli store o contattare il servizio clienti. In generale, la maggior parte dei gioielli in oro e platino può essere pulita con prodotti non abrasivi.

Come prendersi cura dei diamanti Tiffany & Co

Tiffany suggerisce di portare gli anelli con diamanti in manutenzione professionale periodica almeno una volta all’anno. Per una pulizia di routine, si può utilizzare occasionalmente un prodotto non abrasivo per gioielli con diamanti, come una soluzione delicata di sei parti di acqua e una di ammoniaca da applicarla con una spazzola a setole morbide. Gioielli con pietre preziose diverse dai diamanti potrebbero aver bisogno di un altro tipo di manutenzione.

Come pulire i gioielli in Rubedo

Il metallo Rubedo, come l’argento può essere interessato dai processi di ossidazione. Per pulirlo si può procedere come nel caso dell’argento con un prodotto Tiffany di pulizia per l’argento o di un altro marchio di qualità.

Seguici anche su Google News!

Storia

  • Gioielli