Come scegliere tra yoga e pilates: differenze e benefici

In cosa differiscono queste due pratiche, entrambe utili per alleviare mal di schiena e stress e tonificare la muscolatura?

Aggiornato il 7 agosto 2020
Fitness

Chi conosce a fondo yoga e pilates sa quante siano le differenze tra queste discipline, tuttavia i meno esperti, che sono alla ricerca di attività che portino benefici a muscolatura e postura e allevino lo stress, potrebbero essere in difficoltà nel capire verso quale delle due proposte orientarsi.

Yoga e pilates hanno, infatti, alcuni aspetti in comune. Tutte e due le pratiche utilizzano il controllo del respiro e posture che tonificano i muscoli, possono essere di aiuto a chi soffre di mal di schiena e allontanare lo stress della frenetica vita quotidiana dei nostri giorni.

Naturalmente, ci sono delle grandissime diversità alla base, che riguardano la storia, le origini e lo scopo di yoga e pilates.

Lo yoga è un insieme di pratiche ascetiche e meditative antichissime, originarie dell’India, divise in diverse branche, come Hatha Yoga, Kundalini Yoga, Laya Yoga e Mantra Yoga, e che si praticano a corpo libero su un tappetino. Al suo arrivo in Occidente, ha perso in parte la sua connotazione religiosa, divenendo insieme di attività variegate (che spesso poco hanno a che fare con lo yoga tradizionale) e che comprendono ginnastica e respirazione, finalizzate alla meditazione o al rilassamento, come il Vinyasa flow yoga. In realtà, lo yoga dovrebbe far parte di un percorso, di uno stile di vita finalizzato a una realizzazione spirituale, e dovrebbe essere sempre insegnato da un maestro, da un guru.

Tappetino Hatha yoga
Bhujangasana o posizione del cobra

Il pilates è un metodo nato ai primi del Novecento a New York dalle idee del trainer tedesco Joseph Pilates, che qui aprì il suo studio. Il metodo classico ideato da Pilates prevede l’utilizzo di quattro macchinari (reformer, chair, ladder barrel e reformer trapeze), che intervengono su problematiche specifiche come quelle post traumatiche o puntano a rendere la muscolatura più forte e tonica, lavorando su flessibilità, equilibrio e coordinazione. Negli ultimi anni a essere più diffusa è, però, la versione del pilates a corpo libero. Questa disciplina permette un allenamento intenso e specifico, agendo principalmente sulla postura e allungando la muscolatura.

Vediamo insieme quali sono le altre differenze tra pilates e yoga e come scegliere cosa praticare.

Le differenze tra yoga e pilates

  • Respirazione. Tra pilates e yoga, le tecniche di respirazione differiscono molto. Nello yoga, gli esercizi di respirazione  aiutano a raggiungere il rilassamento. Durante la asana, le posizioni, è importante concentrarsi continuamente su come viene impiegato il respiro. Nel pilates, il respiro viene utilizzato più come tecnica per fornire ai muscoli l’energia di cui hanno bisogno per esercitarsi in modo efficace. Concentrarsi sulla tecnica di respirazione durante il pilates permette di gestire la quantità di ossigeno che entra nel corpo e che va verso i muscoli per rilassarli.
  • Allenamento del core. Yoga e pilates contengono entrambi diverse posizioni utili per tonificare i muscoli addominali. Tuttavia, gli esercizi di pilates sono molto più intensi e i risultati possono essere raggiunti molto più rapidamente di quanto potrebbe accadere praticando yoga. Con frequenti sessioni di pilates, è possibile mirare a una pancia più piatta e tonica.
  • Per il mal di schiena. Nelle persone che soffrono di mal di schiena, sia yoga che pilates possono dare ottimi risultati, alleviando il dolore e rinforzando la muscolatura. Bisogna, però, fare attenzione ad alcune posizioni yoga che potrebbero peggiorare problemi già esistenti. L’insegnante di yoga sarà in grado di offrire una consulenza specifica, caso per caso.
  • Flessibilità. Lo yoga può essere utilizzato per migliorare la flessibilità del corpo e aumentare gradualmente anche la flessibilità delle articolazioni. Il pilates si concentra sul tentativo di rilassare i muscoli che sono tesi, rafforzarli e allungarli.
  • Perdita di peso. Queste discipline sono perfette per tonificare e rafforzare tutti i gruppi muscolari, ma quando si parla di perdita di peso non sono così diverse. Chi vuole dimagrire può puntare sugli esercizi di pilates con le macchine che aggiungono l’elemento cardio e fitness alle posizioni, o su un tipo di yoga dinamico, come il Vinyasa flow yoga.

Come scegliere tra yoga e pilates?

La scelta, dunque, è molto personale, dipende dalle esigenze, dai problemi che si vogliono risolvere, dai risultati da ottenere.

Dopo aver consultato il medico per il nulla osta, potete provare sia yoga che pilates per decidere quale di queste attività faccia maggiormente per voi.

Articolo originale pubblicato il 30 luglio 2020

Seguici anche su Google News!

Storia

  • Allenamento
  • Yoga e Meditazione