Dolce & Gabbana finanziano la ricerca contro il Coronavirus

I due stilisti collaborano da tempo con l'istituto di ricerca Humanitas University anche attraverso delle borse di studio.

Pubblicato il 18 febbraio 2020

Chi l’ha detto che il mondo della moda si estranea totalmente dalla realtà che lo circonda? Prova ne è la generosa donazione che Domenico Dolce e Stefano Gabbana, proprietari del quasi omonimo marchio, hanno deciso di fare all’istituto Humanitas University, al fine di consentire uno studio approfondito sulla piaga che sta mietendo vittime in tutto il mondo, il Coronavirus SARS-CoV-2 (nuova denominazione del virus).

Destinatario della donazione il professor Alberto Mantovani, direttore scientifico dell’istituto milanese e coordinatore dello studio (in collaborazione con i virologi Elisa Vicenzi e Massimo Clementi dell’università Vita-Salute San Raffaele) che intende investigare le risposte del sistema immunitario dell’organismo colpito dal male. Fine è la creazione di adeguate misure diagnostiche e terapeutiche.

I due stilisti già da tempo finanziano Humanitas University attraverso una serie di borse di studio rivolte agli studenti del corso di laurea MedTec School in collaborazione con il Politecnico di Milano, che combina competenze mediche e conoscenze tecnologico-ingegneristiche, .

Spiegano i due di aver avvertito la necessità di fare qualcosa, scegliendo anche l’interlocutore giusto: “Una realtà speciale per eccellenza e umanità. Di fronte a queste tragedie dalle dimensioni così vaste, ogni azione può sembrare poco rilevante. Ma quando il professor Mantovani ci ha raccontato la favola africana che narra di un colibrì, che mentre tutti gli altri animali fuggono a causa di un incendio divampato nella foresta vola nella direzione opposta continuando a portare l’acqua per cercare di spegnere l’incendio, abbiamo capito che comunque valeva la pena fare qualcosa. Anche un gesto piccolissimo può avere un significato enorme. Supportare la ricerca scientifica è per noi un dovere morale, speriamo che il nostro contributo possa essere d’aiuto per risolvere questo drammatico problema“.

Ma quello di Dolce&Gabbana non è stato l’unico gesto effettuato da un’importante casa di moda, in questi giorni. Circa tre settimane fa la maison Bulgari ha invece elargito un’importante somma di denaro al reparto di ricerca dell’ospedale Lazzaro Spallanzani di Roma.

Come si ricorderà, lo staff del team medico è riuscito a isolare il virus, e ora grazie alla donazione potrà lavorare con strumenti tecnologicamente avanzati, accelerando il raggiungimento del risultato e avvantaggiando chiunque sul pianeta potenzialmente vittima del virus.

Seguici anche su Google News!