Cosa mangiare per non ingrassare

I consigli della redazione per la spesa, la cucina, un’alimentazione sana che eviti di accumulare chili di troppo

Pubblicato il 6 aprile 2020

Cosa mangiare per non ingrassare, se si vuole stare attenti alla linea e rimanere in forma, tutti giorni ma soprattutto in periodi di vita sedentaria come durante la quarantena per il Coronavirus?

Naturalmente ogni persona è diversa, con un metabolismo a se stante, un dispendio energetico somma delle attività quotidiane, uno stato di salute e un’età che influiscono differentemente sulla capacità di restare in forma senza accumulare chili di troppo o meno.

Ci sono, tuttavia, regole generali imprescindibili per non ingrassare. Riguardano la tavola e l’attività fitness, ma in qualche modo pure un certo atteggiamento mentale che, puntando a uno stile di vita sano, permetta di modificare le abitudini rendendole salutari in maniera naturale, non forzata, e dunque duratura.

Prima di arrivare all’alimentazione, è importante sottolineare come il movimento sia fondamentale sia per non ingrassare sia per mantenere il metabolismo attivo. Non si tratta, dunque, tanto di consumare calorie, quanto di mettere in moto un circolo virtuoso che tenga in forma muscoli, giunture, apparato cardiocircolatorio e digerente.

Certo, tutto il fitness del mondo non basta a non ingrassare o a restare sani se a tavola si commettono ripetuti errori di alimentazione. Ecco i nostri consigli su cosa mangiare per non ingrassare.

Cosa mangiare per non ingrassare: 10 consigli

  1. Iniziare dalla spesa. Una buona spesa è alla base di una buona alimentazione. Preparate una lista di alimenti sani e attenetevi a quella, senza lasciarvi tentare da golosità e offerte. Solo così frigorifero e dispensa saranno a prova di ingrasso.
  2. Fare il pieno di frutta e verdura. La frutta e la verdura fresche di stagione non possono mancare in un’alimentazione sana, presenti in 5 porzioni al giorno. Colorate, ricche di vitamine e sali minerali, sono perfette per gli spuntini e i contorni.
  3. Preferire i cereali integrali. Per pasta e pane, meglio preferire i cereali integrali, perché ricchi di fibre e che riempiono più facilmente, con la possibilità quindi di limitare le porzioni.
  4. Optare per le proteine magre. Anche le proteine vanno scelte tra le proposte più magre. No, quindi, a insaccati, salumi, formaggi stagionati e carni lavorate. Via libera per cani magre (una volta a settimana), pesci magri (2 volte a settimana), formaggi con pochi grassi (una volta a settimana), uova (una volta a settimana) e legumi (2 volte a settimana).
  5. Eliminare cibi grassi e confezionati. Oltre a affettati e formaggi grassi, non possono trovare posto in casa, se non si vuole rischiare di ingrassare, junk food, come patatine e merendine, alcol, bibite gassate, prodotti industriali.
  6. Bere molta acqua. Importante bere molta acqua, un litro e mezzo o due al giorno. Idrata, riempie e favorisce l’eliminazione delle scorie.
  7. Fare 5 pasti al giorno. Sebbene per non ingrassare le quantità vadano limitate, è importante fare 5 pasti al giorno, per non arrivare troppo affamati al pasto successivo. Colazione completa, spuntino con frutta o yogurt o frutta secca o crudité, pranzo con un primo leggero e un contorno, un altro spuntino, cena con un secondo, un contorno e una fetta di pane.
  8. Mangiare con calma. Imparare a mangiare con calma, masticando lentamente, in famiglia ma senza distrazioni, gustando con consapevolezza ogni boccone, permette di dare al cibo l’importanza che merita e di riempirsi prima.
  9. Cucinare con fantasia. I piatti sani non sono necessariamente insipidi o noiosi. Sperimentate in cucina, tra spezie e ricette nuove. Sarà un piacere per la mente e il palato.
  10. Non rinunciare al dolce. Ogni tanto, qualcosa di dolce ci vuole. La sera, se la voglia incombe, puntate su un quadratino di cioccolato fondente. Potete, poi, preparare un dolce vegano leggero, e mangiarlo per colazione.
Seguici anche su Google News!

Storia

  • Alimentazione Sana