"È una malattia tremenda": Flaza, ex concorrente di Amici 21, racconta il Covid

La cantante, espulsa dal talent di Canale 5, ha parlato su Instagram dei giorni difficili che sta trascorrendo in quarantena e ha lanciato un messaggio ai suoi follower: "Indossate sempre la mascherina".

Pubblicato il 10 novembre 2021
News

Flavia Zardetto, in arte Flaza, è stata eliminata da Amici 21 nel corso della puntata di domenica 24 ottobre. Finita la sua esperienza nel talent di Canale 5, la ragazza si è messa subito al lavoro, e pochi giorni dopo ha annunciato l’uscita di Malefica, il suo nuovo singolo. Nelle sue stories su Instagram, in cui ha risposto ad alcune domande dei fan a proposito di questo lancio, ha rivelato anche di aver contratto il virus del Covid-19.

Nonostante Flaza abbia solo 20 anni, ha raccontato ai follower di aver vissuto dei giorni davvero difficili: “È una malattia tremenda. Mi sto riprendendo piano piano“, ha spiegato. Pare infatti che la cantante stia trascorrendo alcune settimane di quarantena nella sua casa di Fregene. Quello che non è chiaro è se la ragazza si sia o meno vaccinata prima di ammalarsi. Sui social ha poi lanciato un messaggio a tutti coloro che la seguono: “Indossate sempre le mascherine“.

Il percorso di Flaza nella scuola di Amici è stato breve, nonostante sia stato uno dei concorrenti più discussi della ventunesima edizione del talent. Dopo aver trasgredito le regole per diverse volte e aver tenuto comportamenti che sono stati giudicati poco corretti dagli insegnanti, Lorella Cuccarini ha deciso di espellerla definitivamente dal programma. Pochi giorni dopo l’eliminazione, la ragazza aveva replicato tramite Instagram agli attacchi ricevuti sul web:

“Amici è stato un viaggio importante e se è terminato vuol dire che è giusto così. Provare a fare l’artista per me significa condividere sé stessi con gli altri, provando a non silenziare i propri problemi o le proprie imperfezioni. Pur avendo scelto di esporre me e il mio processo di crescita in TV, mi rattrista leggere tutti questi insulti, a volte troppo gratuiti, troppo legati a vedere il mondo solo in bianco o in nero”.

Seguici anche su Google News!