Jane Fonda agli Oscar 2020: abito riciclato e il cappotto rosso (simbolo della protesta green)

L'outfit sfoggiato dalla diva hollywoodiana sul palco del Dolby Theatre è stato più iconico che mai!

Spettacolo

Da tempo Jane Fonda è un’attivista convinta ed è sempre in prima fila nelle proteste che mirano a sensibilizzare il governo americano sull’emergenza climatica. Ormai la sua presenza è fissa durante tutte le manifestazioni che si svolgono davanti a Capitol Hill insieme agli attivisti dei Fridays For Future ideati da Greta Thunberg.

Lo scorso ottobre l’attrice, proprio durante una protesta a Washington, per la prima volta è stata arrestata e in quella occasione aveva fatto una promessa alla platea. “Vedete questo cappotto? Avevo bisogno di qualcosa di rosso, sono uscita e ho trovato questo cappotto in saldo. È l’ultimo capo di abbigliamento che comprerò nella mia vita“.

Jane ha mantenuto la parola data presentandosi sul palco degli Oscar 2020 con l’iconico cappotto rosso poggiato sulle spalle. La star hollywoodiana ha avuto l’onore di presentare il premio finale della cerimonia dedicato al miglior film dell’anno che è andato a Parasite.

Cappotto a parte, l’attrice ha scelto anche di riciclare il suo outfit sfoggiando l’abito Elie Saab Couture indossato nel 2014 per la cerimonia di apertura del Festival di Cannes. Il look è stato completato da una serie di gioielli Pomellato, una scelta non casuale come come ha spiegato lei stessa su Instagram: “Agli Oscar ho indossato gioielli Pomellato perché usano solo oro estratto in modo etico e responsabile e diamanti solidali“.

Anche la chioma inaspettatamente grigia era in linea con la battaglia etica di Jane così come ha spiegato il suo hair stylist Jack Martin: “Volevamo stupire con qualcosa che fosse diverso dal classico biondo e abbiamo scelto un silver icy blonde“.

Credits foto: