Katy Perry: al Met Gala avrebbe omaggiato Madonna con un reggiseno a cono

L'iconico reggiseno a cono era stato disegnato da Jean Paul Gaultier nel 1990, per il tour Blonde Ambition della cantante.

Pubblicato il 5 maggio 2020

Sono tantissime le occasioni mancate che stanno caratterizzato questo 2020 funestato dallo scatenarsi della pandemia da Coronavirus. L’ultima a lamentarsi di ciò è Katy Perry, la quale sui suoi canali social ha condiviso con i fan il vestito che avrebbe indossato a uno degli eventi della stagione, il Met Gala. Un gesto di vanità, forse, ma anche il desiderio di rendere omaggio a Madonna, dato che si sarebbe trattato di un rimando al famoso reggiseno a cono indossato 30 anni fa dalla Material Girl.

La 35enne, che sta aspettando il suo primo figlio dal fidanzato Orlando Bloom, ha pubblicato lunedì notte una foto del corsetto rosa cipria disegnato da Jean Paul Gaultier, ovviamente modificato per contenere il pancione. L’elemento distintivo del reggiseno conico è per l’appunto un omaggio all’oggetto reso cult da Madonna durante il suo tour Blonde Ambiton.

Gaultier aveva originariamente creato questo look nel 1983, lanciando il trend di indossare intimo senza niente sopra. Un dato storico che si ricollega a quello che doveva essere il tema del Met Gala di quest’anno, ovvero “About Time: Fashion and Duration“. La mise di Katy sarebbe stata dunque una dimostrazione dell’eredità senza tempo lasciata dal designer francese.

Come è ormai noto, l’evento organizzato ogni anno da Anna Wintour è stato rimandato a data da definirsi, ma le celebrità che avrebbero partecipato stanno decidendo di renderle omaggio. Si tratta della prima cancellazione della festa in 22 anni, ovvero da quando la caporedattrice di Vogue ne ha preso le redini.

Nel corso degli anni la serata che si svolge al Metropolitan Museum of Art è diventata una sfilata di costumi bizzarri ed eccentrici, indossati da star come la Perry, Lady Gaga, Jared Leto, Rihanna e mille altre star. Ogni anno gli abiti fotografati diventano oggetto di una fitta discussione sui social media.

Quest’anno erano previsti almeno due debutti celebri: quello di Meghan Markle, che avrebbe partecipato per la prima volta, probabilmente insieme all’editor di British Vogue, Edward Enninful; e quello di Meryl Streep, che nonostante avesse interpretato un personaggio ispirato alla Wintour in Il diavolo veste Prada, non aveva mai calcato il red carpet del Met Gala.

Visualizza questo post su Instagram

what would have been... #TheMetBall2020💔

Un post condiviso da KATY PERRY (@katyperry) in data:

Seguici anche su Google News!

Storia

  • Katy Perry