Addio a Luca Boschi, maestro del fumetto Disney

È morto a 66 anni, dopo una lunga malattia, il giornalista e critico toscano dalla personalità poliedrica. Tra i più importanti storici italiani di comics e animazione è noto per aver lavorato anche col brand che ha creato Topolino.

Pubblicato il 3 maggio 2022
News

All’età di 66 anni è morto Luca Boschi, giornalista, critico e sceneggiatore, specialmente di fumetti e animazione in ambito umoristico. Tra i più importanti storici italiani, è famoso per aver lavorato anche nell’ambito disneyano, per esempio con il settimanale Topolino, edito dall’aprile 1949 per iniziativa di Arnoldo Mondadori Editore, in collaborazione con la Walt Dinsey Company.

È scomparso il 3 maggio 2022 a Pistoia, la sua città natale, dopo una lunga malattia. Dai mille interessi, Boschi è stato anche autore (e conduttore) radiofonico e di spettacoli teatrali.

Nato nel 1956, in veste di sceneggiatore, articolista, disegnatore – e talvolta anche di direttore editoriale – è apparso inoltre su alcune fra le più note riviste Anni ’80 e ’90, per testate come Métal Hurlant, Comic Art, L’Eternauta, Horror Totem, Lupo Alberto e Starcomìx.

Su Topolino ha scritto una trentina di storie, tradotte in vari paesi esteri come Brasile, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Stati Uniti e Svezia. Come si legge su Fumettologica, la maggior parte di queste sono incentrate sulla valorizzazione di personaggi quasi dimenticati. È il caso di Sgrizzo, un cugino di Paperino, utilizzato soltanto due volte dal veneziano Romano Scarpa. Che insieme a Floyd Gottfredson e Carl Barks è ritenuto uno dei maggiori autori della Disney. O di Gancio il dritto, il corvo amico di Topolino, generalmente sottoutilizzato e mal interpretato.

Durante il corso della sua carriera poliedrica ha lavorato anche in qualità di saggista e scrittore. E blogger, per Il Sole 24 Ore. Insegnante di fumetto e cinema d’animazione presso la Scuola Internazionale di Comics di Firenze, Luca Boschi ha collaborato inoltre con i principali Festival di animazione. Dopo essere stato direttore culturale di Lucca Comics fino al 1999, ha ricoperto la stessa carica anche per il Comicon di Napoli dal 2001 al 2017.

 

 

 

Seguici anche su Google News!