Le patate fanno ingrassare: come inserirle nella dieta

Scoprite con la nostra redazione calorie, proprietà nutritive di questo tubero, quando e come mangiarlo per restare in forma.

Pubblicato il 9 gennaio 2020

Nel clima di “terrorismo alimentare” che segue le feste, dopo essersi domandati se mangiare pane e pizza, quando e quanto, è naturale chiedersi se le patate fanno ingrassare e come inserirle nella dieta.

A dispetto delle nonne che continuano a considerarle alla stregua delle verdure quando le propongono come contorno, infatti, le patate sono carboidrati. Come tali non vanno certo eliminati né da un’alimentazione sana né da una dieta dimagrante, ma solamente inseriti in maniera corretta nel menu quotidiano.

Difficile, del resto, resistere a questo tubero che piace a tutti e in tutte le sue versioni, dalle patatine fritte amate dai bambini a quelle al forno, immancabili la domenica, dalle patate lesse allo sformato.

Vediamo, allora, tutto quello che c’è da sapere sulle patate per poterle inserire nella dieta, dalle calorie alle proprietà, dalle cotture da preferite a quando mangiarle, se a pranzo o a cena.

Patate: calorie e proprietà

Le patate, di per sé, non sono affatto caloriche né grasse. Ogni 100 grammi di patate sbucciate apportano circa 75/80 calorie, composte soprattutto da carboidrati (amidi), e in minima parte da grassi “buon” e proteine.

Ricchissime di potassio e di Vitamina C, contengono anche Vitamine del gruppo B, magnesio, calcio, sodio e fibre.

I benefici di portare a tavola le patate sono numerosi. Permettono di fare il pieno di energie, grazie agli zuccheri, proteggono le mucose gastriche, sono diuretiche, antiossidanti e rendono le feci morbide e facili da espellere. Il contenuto notevole di acqua favorisce la diuresi.

È vero o falso che le patate fanno ingrassare?

Alla luce delle calorie e della loro composizione, è evidente che le patate, da sole e cotte senza aggiunta di grassi, non fanno ingrassare. Naturalmente, per le patate vale il discorso di tutti i carboidrati. Vanno cioè inserite con moderazione nell’alimentazione e abbinate preferibilmente a verdure e proteine. Vediamo come.

Come inserire le patate nella dieta

Le patate vanno inserite nella dieta in sostituzione del pane e della pasta, abbinate, come accennato, a verdure e a un secondo piatto. Tuttavia in generale non dovrebbero essere consumate tutti i giorni, per la presenza di solanina e caconina (che però diminuisce con la cottura), che potrebbe causare problemi gastrointestinali.

Per l’elevato indice glicemico vanno consumate con moderazione in caso di iperglicemia e diabete, mentre nelle diete dimagranti andrebbero mangiate preferibilmente nella prima parte della giornata.

Importanti anche i tipi di cottura. Se da un lato, come è immaginabile, la frittura è da evitare, dall’altro sono preferibili quelle al vapore o al microonde. Infatti permettono di conservare vitamine, minerali e antiossidanti, al contrario della bollitura, che è invece particolarmente diffusa.

Seguici anche su Google News!

Storia

  • Alimentazione Sana
  • Cosa mangiare per dimagrire

Credits foto: