Spaghetti al cartoccio: sapori di mare sulla tavola d’autunno

Storia

Ingredienti

  • 600 g di frutti di mare
  • 2 spicchi di aglio
  • 1 mazzetto di
  • prezzemolo
  • olio
  • salsa di pomodoro
  • 400 g di spaghetti
  • sale
  • pepe
  • foglio di alluminio

La variazione di uno dei piatti più famosi della cucina italiana nel mondo: gli spaghetti ai frutti di mare.
Oggi ve li propongo racchiusi in un cartoccio come in uno scrigno. E ne sarete molto soddisfatti. Con 500 calorie per porzione, un primo piatto o un piatto unico.
Anzitutto perché gli spaghetti sono il piatto nazionale per eccellenza che piace a tutti. Poi per il divino abbinamento con i frutti di mare. E poi perché gli spaghetti sono buoni comunque.
Li abbiamo trovati cucinati all’arrabbiata, in uno dei piatti più famosi della cucina romana.
Con le bietole, in un gustoso primo piatto vegetariano. E ancora semplicemente con erbe aromatiche. Una pietanza per intenditori.
Il vino
Grignolino d’Asti Doc
Vino da tutto pasto, si adatta ad antipasti e ai primi, a piatti leggeri moderatamente grassi. A molti piace con il pesce. Si serve giovane a temperatura ambiente. La giusta temperatura di degustazione può variare tra i 15° e i 18°.

Preparazione

Preparate 600 g di frutti di mare (molluschi, vongole, patelle) pesati con il guscio Pulite bene i frutti di mare e poneteli in una padella con poco aglio, prezzemolo tritato, olio e qualche cucchiaiata di salsa di pomodoro. Fate insaporire per 5 minuti mescolando, poi lasciate la fiamma bassa facendo addensare bene il sugo. Lessate a metà cottura gli spaghetti piuttosto grossi in acqua salata, poi scolateli e passateli sotto l'acqua fredda corrente, in modo da fermare la cottura. Conditeli con i frutti di mare e il sugo, mescolando bene. Stendete sopra la placca del forno un foglio di carta di alluminio: al centro collocate gli spaghetti conditi, irrorate in superficie con un filo sottile di olio, pepate a piacere e chiudete il cartoccio, lasciandolo abbastanza largo in alto, perché circoli il vapore all'interno. Ponete in forno caldo per una decina i minuti, poi portate in tavola: il cartoccio si apre dinnanzi ai commensali. Potrete cuocere i frutti di mare senza valve, o spazzolare bene le valve e unirli interi alla cottura. photo credit: jeffreyw via photopin cc

Note

Informazioni utili