Salone del Mobile 2020: le novità

Cosa ci aspetta a Fiera Milano Rho dal 16 al 21 giugno? Le nostre anticipazioni

Aggiornato il 26 febbraio 2020

Prendono forma le novità del Salone del Mobile 2020. La 59a edizione del Salone del Mobile.Milano, avrà luogo eccezionalmente dal 16 al 21 giugno nella ormai storica location di Fiera Milano Rho. La data di inizio ha subito un ritardo di due mesi a causa del contagio del Coronavirus COVID-19 che ha spinto gli organizzatori al rinvio della manifestazione prevista inizialmente dal 21 al 26 aprile.

La prima notizia è la parola chiave di quest’anno: Bellezza. Il termine si va ad aggiungere al Manifesto programmatico dell’appuntamento. In quanto – spiega in conferenza stampa Claudio Luti, Presidente del Salone del Mobile – inventare, ogni anno, un design nuovo, sperimentare ogni sorta di armonia nelle forme, plasmare il materiale “giusto” raggiungendo un alto grado di sostenibilità vuol dire proprio ricercare la Bellezza.

Sono diverse le novità che coinvolgono le manifestazione, il Salone Internazionale del Mobile, il Salone Internazionale del Complemento d’Arredo e Workplace3.0. Riguardano una modalità di fruizione all’insegna dell’esposizione diffusa, al di là dei “classici” padiglioni, e  le tendenze, con proposte di arredo sostenibili e personalizzate.

Più di 2.200 espositori e 600 giovani designer sono pronti a mettersi in gioco. Ecco cosa dobbiamo aspettarci.

Le novità del Salone del Mobile 2020

  • Eurocucina 2020. Specchio della multiforme e dinamica società odierna, presenterà soluzioni personalizzabili in ogni dettaglio, flessibili, modulari e sartoriali. Sempre più labili i confini tra cucina e gli altri ambienti domestici, lo spazio diventerà sempre più fluido, ibrido e integrato e un nuovo baricentro. Si sfrutteranno più le basi dei pensili e le profondità aumenteranno per poter lavorare con maggior comodità. Compariranno moduli a parete o centro stanza eleganti e versatili per integrare e, contemporaneamente, distinguere le aree. Infine, torneranno le cucine a scomparsa per ambienti più piccoli. Ma con effetto a sorpresa.
  • FTK – Technology For the Kitchen 2020. Complemento naturale di EuroCucina e trait d’union con S.Project. A FTK andrà in scena il futuro della smart kitchen grazie a elettrodomestici sempre connessi e integrati, iper-efficienti e sicuri, intuitivi e votati al risparmio.
  • Salone Internazionale del Bagno 2020. Le novità in mostra al Salone Internazionale del Bagno rifletteranno la continua evoluzione di questo spazio. Che si fa sempre più tecnologico, efficiente e green oriented senza dimenticare, tuttavia, la componente edonistica ed emozionale.
  • SaloneSatellite 2020. Il 23° appuntamento con la Manifestazione dedicata ai giovani talenti è un’edizione che invita a riflettere sul design che “include”. Il tema sarà, infatti, “DESIGNING FOR OUR FUTURE SELVES / PROGETTARE PER I NOSTRI DOMANI”. Il riferimento più immediato è la progettazione per la disabilità. Ma autonomia, comfort, movimento, usabilità, interazione e sicurezza sono richieste che vanno soddisfatte per tutti: da chi ha esigenze specifiche, temporanee o permanenti, ai bambini e agli anziani. Considerazioni che inducono a immaginare una diversa longevità degli oggetti di uso quotidiano, perché possono essere utilizzati più a lungo, e da più persone, e divenire così naturalmente sostenibili. Una lente di ingrandimento sull’artigianato di tutto il mondo, poi, la offriranno le 27 scuole e università invitate a mostrare forme, colori, materiali, processi della cultura e del saper fare del proprio territorio. Perché proprio l’artigianato è, oggi più che mai, espressione di grande attualità, rifacendosi a una progettualità sostenibile, a chilometro zero, che valorizza materiali naturali e ricerca nuove applicazioni e funzioni per i manufatti.
  • S.Project. Tornerà l’esposizione dedicata ai prodotti di design e alle soluzioni decorative e tecniche del progetto d’interni. Le chiavi di lettura, oltre a trasversalità e multisettorialità, saranno visione, evoluzione, tecnologia. Una prospettiva inedita e una modalità espositiva, liquida e trasversale, che riflettono le nuove esigenze del mercato e della società.
  • Il Manifesto. Il Salone del Mobile.Milano ha scelto un approccio originale per raccontarsi e far conoscere il suo Manifesto al pubblico. Nella Sala delle Cariatidi di Palazzo Reale a Milano, andrà, infatti, in scena La Scatola Magica. Dieci parole per dieci autori. Un’installazione audiovisiva dedicata ai 10 valori del Manifesto, impressi nel dna dell’evento: Emozione, Impresa, Qualità, Progetto, Sistema, Comunicazione, Cultura, Giovani, Ingegno, Milano. A raccontarle altrettanti registi italiani. Rispettivamente: Francesca Archibugi, Pappi Corsicato, Stefano Mordini, Wilma Labate, Bruno Bozzetto, Luca Lucini, Claudio Giovannesi, Gianni Canova, Donato Carrisi, Daniele Ciprì.

Articolo originale pubblicato il 25 febbraio 2020

Storia

  • Salone del Mobile