Sophie Turner rimpiange l'abito indossato al matrimonio di Kit Harington

Un blazer rosso e degli stivaloni neri che le arrivavano alla coscia: ecco l'outfit scelto dall'attrice per presenziare a un matrimonio in un castello scozzese.

Pubblicato il 5 marzo 2020

È una delle giovani attrici più ricercate del momento, ma può darsi che Sophie Turner debba ancora prendere qualche lezione di stile. Una delle attrici più amate della serie tv Game of Thrones ha infatti espresso un preciso rimpianto rispetto alle scelte effettuate per il giorno delle nozze dell’amico e collega Kit Harington.

Alle nozze dell’ormai ex Jon Snow e della collega Rose Leslie, che nella serie interpretava proprio una delle sue amate, Ygritte, avvenute nel 2018, la ragazza si presentò con un blazer rosso e degli stivaloni neri alti che le arrivavano alla coscia.

Un look adatto a ben altre occasioni, ha ammesso la stessa Sansa Stark della serie HBO, durante un’intervista rilasciata a Elle: “Rimpiangerò per sempre quel look, è uno dei miei peggiori in assoluto. Ho avuto un’emergenza fashion. I due abiti molto eleganti che avevo scelto non mi entravano, è stato un disastro“.

La Turner, che ha rivelato di aver odiato il marito Joe Jonas prima di incontrarlo, ha spiegato di essere caduta in un dilemma senza via d’uscita: “Dovevo scegliere tra gli stivaloni e dei bei tacchi, che però avrebbero mostrato troppe le gambe. E allora ho voluto coprirle… ma è stato terribile, la peggiore scelta fashion di sempre“.

Non proprio la scelta più consona all’ambiente, in effetti: Harington e Leslie si sono sposati in un castello scozzese di proprietà della famiglia dell’attrice.

La Tuner invece si sposò prima a Las Vegas, a maggio del 2019, durante una cerimonia improvvisata officiata da un sosia di Elvis. L’evento venne pubblicato in streaming dall’amico Diplo. Poi a giugno la coppia decise di rimediare con una vera cerimonia nel sud della Francia, circondati da amici e membri delle rispettive famiglie.

Visualizza questo post su Instagram

Mr and Mrs Jonas Photo by @corbingurkin

Un post condiviso da Sophie Turner (@sophiet) in data: