Femminile, elegante e soprattutto versatile, il tubino nero è uno dei capisaldi del guardaroba femminile, adatto per essere indossato dalla mattina alla sera. Non a caso, la giornalista di moda Camilla Cederna era solita chiamarlo con l’appellativo di scemarello, tanto è facile da portare.

Leggi anche: Come abbinare un vestito nero | Tubino nero non amour!

A seconda degli abbinamenti, infatti, può essere più o meno informale, senza perdere mai, però, la sua caratteristica principale: la femminilità. A crearlo? La solita Coco Chanel, a cui si devono alcune delle più importanti invenzioni della moda del Novecento. Ecco una piccola guida per 10 outfit da sfoggiare in diverse occasioni.

  1. Primo appuntamento: ottima soluzione per un romantico tête-à-tête in cui non ci si voglia ancora svelare troppo. Perfetto se abbinato con una décolleté, nera  o colorata, e una collana. Se si vuole uno stile più rock, si può indossare con una giacca di pelle, altrimenti un blazer, magari dello stesso colore delle scarpe. La borsa, infine, può essere una piccola clucth.
  2. Matrimonio: sandalo gioiello e un cappello rendono il tubino nero ideale per una cerimonia di giorno. In caso di temperature particolarmente rigide, si può scegliere di coprire le spalle con un foulard.
  3. Aperitivo all’aperto: un roofgarden, un appartato dehors, un caffè in un parco sono i luoghi ideali dove indossare il little black dress. Un foulard coloratissimo annodato al collo, uno smalto en pendant e una borsa a contrasto sono ideali.  Si può scegliere di rendere originale il look con un tacco non troppo alto dal sapore retrò.
  4. Aperitivo al chiuso: tonalità meno eccentriche e più soft, con una décolleté sabbia e una borsa a mano della stessa tonalità. Trucco nude e gli orecchini a pendente possono fare la differenza.
  5. Cena tra amiche: chiodo di pelle e ankle boot sdrammatizzano in modo glam ogni outfit. Via libera a bigiotteria colorata, per spezzare la monotonia del nero.
  6. Cena di lavoro: se si tratta di un appuntamento formale, ma non elegante, un blazer classico e accessori coordinati sono più che sufficienti per essere in ordine. Le scarpe non dovrebbero avere un tacco vertiginoso, ma un discreto 5 cm. Delicato il make-up e acconciatura raccolta faranno il resto.
  7. Colloquio di lavoro: meglio scegliere un low profile discreto e ordinato. Largo allora a ballerine o loafer in tinta e una giacca. Una borsa grande è l’ideale, per portare con sé il curriculum, eventuale materiale da far vedere alle risorse umane e una trousse con il necessario per sistemare il trucco.
  8. Riunione: per un look aggressivo – ma non troppo – che sottolinei le proprie capacità professionali, il consiglio per l’outfit perfetto è quello di seguire le proprie preferenze, in modo da sentirsi al massimo a proprio agio. Décolleté alte per le donne che amano i tacchi; flat per chi detesta stare scomoda. Anche in questo caso, un foulard al collo può personalizzare l’outfit in maniera discreta.
  9. Vernissage: l’ambiente artistico, a meno che non si tratti di un evento formale, lascia ampio spazio a scelte originali. Ecco allora che la petite robe noir può diventare non banale con accessori colorati e maxi, come collane o orecchini. Ai piedi, sandali o décolleté e come borsa una tracolla.
  10. Première cinematografica o prima a teatro cinema: gioielli preziosi e sandali importanti. Un clutch pregiata e un coprispalla completeranno un outfit che richiede una certa eleganza.