I litigi iniziano a entrare nel vivo al Grande Fratello 10. Il motivo? Naturalmente una donna contesa. Si tratta di Veronica Ciardi, di cui Massimo Scattarella è innamorato, ma che cerca di evitare perché lei è fidanzata, e il litigioso Mauro Marin. Da come si sono messe le cose tra i due, si teme che i contendenti possano venire alle mani e non solo per questa ragione, ma anche a causa del clima teso creato dal brutto carattere e dalle volgarità ostentate di Mauro.

In questi giorni, Mauro ha chiesto a Massimo di farsi da parte, scatenando le ire del barese, che finora ha cercato di avere il massimo rispetto per la ragazza e il suo compagno dall’altra parte del piccolo schermo. Ma a Mauro, invece, non importa della storia d’amore di Veronica fuori dalla casa, al punto di inscenare un finto pianto per muoverla a compassione.

Intanto anche Gabriele Belli ha fatto notare alla ragazza di aver messo in mostra solo il suo lato estetico e non quello interiore. Per tutta risposta, Veronica e le sue amiche ci sono rimaste male e in confessionale hanno accusato Gabriele di affermare concetti che lui ritiene inopinabili.

E Striscia la Notizia lancia una possibilità: che i litigi di Mauro siano pilotati dagli autori? In effetti, una volta entrato, Marin ha confessato a Mara che il Grande Fratello gli avrebbe chiesto di tirare fuori il peggio di sé. In un certo senso, da un lato ci auguriamo che sia così: l’atteggiamento di Mauro sarebbe inaccettabile in un normale rapporto, all’interno della società civile in cui vige la dialettica come mezzo di confronto. Dall’altro lato però, se l’ipotesi di Striscia fosse vera, verrebbe meno il principio del reality e lo spettatore potrebbe sentirsi giustamente preso in giro. Ma l’audience viene prima di tutto. O no?