Andare in bicicletta è un’ ottima attività fisica per mantenersi in forma e in salute, ma a patto che si tengano presenti alcune avvertenze e si prendano le dovute precauzioni per evitare di andare incontro a spiacevoli sorprese soprattutto dal punto di vista muscolare e articolare.

=>LEGGI anche: bicicletta da donna: quale scegliere

Durante l’attività in bicicletta, infatti, vengono sollecitate in maniera evidente alcune parti del corpo e se si mantiene la postura scorretta si possono accusare dolori e fastidi che possono annullare il senso di benessere derivante dall’attività fisica.

Le ginocchia sono sicuramente la parte del corpo più sollecitata durante una sessione in bicicletta e se la posizione non è corretta, per esempio troppo sbilanciata in avanti o all’indietro sul sellino o ad una altezza sbagliata si possono manifestare dei fastidiosi dolori. Anche la posizione del piede deve essere mantenuta con la pianta ben poggiata sul pedale.

A volte soprattutto tra i ciclisti abituali si utilizzano delle leve più lunghe per aumentare la potenza ma questo può compromettere le articolazioni. Il consiglio è quello di pedalare con una marcia che mantenga una frequenza tra le 70 e le 100 pedalate al minuto, cosa che risulta molto semplice se si utilizza una bike da palestra con il relativo computer mentre per la bicicletta classica ci si può dotare di appositi strumenti.

=>LEGGI anche: consigli per dimagrire con la cyclette

Se la bicicletta è troppo lunga o il manubrio troppo basso si possono avere disturbi alla cervicale, alla schiena e ai glutei. Anche i piedi e le mani possono essere soggetti a fastidiosi formicolii, per evitarli occorre munirsi di appositi guanti imbottiti e cercare di mantenere i gomiti leggermente piegati per attutire gli eventuali colpi dovuti a buche o dissestamenti del terreno. Per i piedi è consigliabile indossare delle scarpe con una base rigida che permetta di distribuire in maniera uniforme la spinta sul pedale.

=>LEGGI anche: bicicletta per glutei sodi e perfetti

Infine una delle parti più sensibili e sottoposte ad attrito durante una pedalata in bicicletta è l’inguine. A causa della pelle più sottile in questa zona si accusano spesso irritazioni e arrossamenti dovuti al calore e al continuo sfregamento. Ecco perché è indispensabile dotarsi degli appositi pantaloncini imbottiti o un coprisellino in polietilene o pvc che aiuterà anche a mantenere la parte asciutta e pedalare in comodità.

Fonte: ilritrattodellasalute