Per tagliare perfettamente l’arrosto occorre usare gli strumenti giusti e un po’ d’accortezza perché è un taglio sottile e preciso quello che deve essere fatto.

L’arrosto è una carne fibrosa e per essere servita in tavola in modo presentabile bisogna sapere come ottenere il miglior risultato. Il coltello usato deve essere ben affilato e tenuto in una posizione obliqua. Bisogna tagliare con precisione cercando di mantenere sempre lo stesso spessore. Per reggere l’arrosto è necessaria una forchetta che consente di avere la giusta presa.

È consigliabile effettuare il taglio dell’arrosto in uno spazio della cucina dove è tutto ben sistemato, le fette dovranno essere poi sistemate in un piatto da portata. Qualora l’arrosto fosse legato con dello spago, bisogna scioglierlo prima di iniziare a tagliarlo.

Nel caso in cui si preferisca un taglio più spesso della carne, non bisogna mai esagerare altrimenti l’arrosto perde il suo gusto. In alternativa al coltello tradizionale, ovviamente con lama liscia, si può provare anche il coltello elettrico che evita lo sforzo del taglio e garantisce delle fette precise.

Se l’arrosto deve esser congelato conviene sempre riporlo tagliato così da averlo già pronto per scaldarlo e servirlo in tavola. La difficoltà durante il taglio è rappresentata dalla presenza di grasso che tende sempre a far scivolare il coltello perché maggiormente dura. In questo caso, se è eccessivo è meglio aumentare lo spessore della fetta così da evitare di intaccarlo durante il taglio.

Per ciascun tipo di arrosto ci sono determinate caratteristiche della carne che devono essere tenute in considerazione, solitamente quando la carne è molto tenera non si riesce a ottenere un taglio netto della fetta perché tende a sfarsi mentre la si taglia e, in questo caso, è preferibile un taglio più spesso.

Quando l’arrosto è stato cotto per troppo tempo, la carne si presenta piuttosto dura e occorre tagliare le fette il più sottile possibile per renderle masticabili. L’arrosto è sempre scompagnato da una salsa che serve per insaporire la carne, quest’ultima deve essere usata solo sull’arrosto affettato così che la carne s’insaporisca perfettamente.

Nel caso del roastbeef, dove la carne internamente rimane morbida, il taglio è importante anche per dare una degna presentazione ai commensali, solo una fetta precisa consente di non vedere la fetta completamente disfatta all’interno.

Se si è alle prime armi per il taglio dell’arrosto, si potrebbe avere qualche difficoltà ma con un po’ di pratica si riescono a ottenere, senza problemi, delle fette precise, proprio come un arrosto merita di essere tagliato.

Fonte: Kitchen daily.