Negli ultimi anni, forse anche a causa della crisi, la mania del fai-da-te sta dilagando sempre di più. Sono in molti ormai a fare da soli i piccoli lavori di casa: si va dal riciclaggio di vari oggetti per dare loro nuova vita fino alla creazione di vestiti. Specialmente tra le donne capita che ci si senta sempre più incuriosite dal mondo della sartoria fai da te iniziando a sperimentare fino a creare i primi abiti.

Ma come si crea un abito?

Creare un abito è più facile a dirsi che a farsi, perché ci sono moltissimi fattori da tenere da considerare, dal tipo di tessuto, al cartamodello fino a come tagliare e posizionare il tessuto. La cosa migliore da fare è dividere il lavoro step by step. Per questo motivo ecco una piccola guida con 10 mosse da seguire e suggerimenti utili su come cucire un vestito semplice.

  1. Scelta del modello. Prima di fare qualsiasi cosa è sempre bene avere le idee chiare: per questo motivo bisogna iniziare a scegliere il modello del vestito che si vuole ricreare.
  2. Scelta del tessuto. Una volta capito quale modello si vuole creare allora è il momento di scegliere il tessuto giusto: se si è alle prime armi è sempre consigliato sceglierne uno facile da maneggiare e non troppo delicato o più spesso.
  3. Prendere le forme. A questo punto, bisogna iniziare a prendere le proprie forme aiutandosi con un metro morbido: seno, vita e fianchi sono quelli fondamentali per capire la propria taglia.
  4. Disegnare il cartamodello. Una volta prese le proprie forme si potrà iniziare a disegnare il cartamodello seguendone uno di prova. La sua dimensione ovviamente dipenderà dalla taglia, una volta trovata, basterà munirsi di un foglio di carta velina bianco e una matita e iniziare a disegnare tutte le parti necessarie per comporre il vestito. Una volta finito di disegnare tutte le parti necessarie, facendo attenzione a lasciare uno spazio di 1 centimetro che servirà poi per la cucitura (ovviamente se già non era segnato nel cartamodello di prova), allora si potranno tagliare attentamente tutte le sagome.
  5. Passare al tessuto. Una volta tagliati i cartamodelli si potrà stendere il tessuto su una superficie piana dalla parte del rovescio e adagiare sopra le parti di vestito create con la carta velina. A questo punto basterà fissare questi pezzi con gli spilli in modo che una volta iniziato a segnare le sagome con un gessetto colorato queste non si muovano. Una volta disegnate tutte allora si potranno rimuovere cartamodelli e spilli e iniziare a tagliare attentamente il tutto.
  6. Assemblare tutti i pezzi. Qui arriva la parte divertente: se il modello è composto solo di due pezzi questi andranno messi uno sopra l’altro facendo combaciare le due parti e lasciando fuori la parte del rovescio. Qui si può iniziare a segnare con un gessetto quanti centimetri verranno lasciati fuori dopo la cucitura.
  7. Rammendare. Dopo questo piccolo step, con un ago e del filo bianco si andranno a rammendare le linee eseguite con il gessetto. Servono per fissare provvisoriamente il lavoro in vista dello step successivo.
  8. Prova. Prima di passare alla cucitura è sempre bene provare il vestito per capire se ci sono punti da stringere. Questi possono essere fissati con gli spilli e poi rammendati sempre con il filo bianco.
  9. Cucire. Preparare la macchina da cucire con il filo della stessa tonalità del proprio vestito (ovviamente la parte esterna) dopodiché, prima si partirà cucendo i bordi del collo e della lunghezza in fondo e poi, un lato alla volta (questo sempre se il vestito scelto prevede solo due o tre parti), si può iniziare a  cucire tenendo ben fermo sulla piattaforma della macchina ogni centimetro del tessuto in modo che questo non scappi mentre si sta cucendo.
  10. Rifinire. Una volta cucito il vestito lo si riprova e si notano eventuali parti da correggere o migliorare. Anche in questo caso ci si può aiutare prima con gli spilli per rammendarli poi con il filo bianco. Una volta raggiunto il risultato sperato si potranno togliere tutti i fili bianchi (tolti precedentemente anche sul collo e lunghezza del vestito) e si potrà rimettere in lavatrice e infine stirare.

Come cucire un vestito: consigli utili

Prima di cucire un vestito vero e proprio, tutte coloro che sono alle prime armi devono fare un po’ di pratica con la macchina da cucire andando a migliorare la tecnica per non fare cuciture storte. Questo può essere fatto con pezzi di tessuti avanzati o con vecchie magliette o vestiti che devono essere rammendati perché si sono scuciti sui bordi. Ovviamente però se si inizia con un abito che contiene più tessuti e più pezzi, il lavoro si farà sempre più difficile: per questo motivo è sempre meglio cominciare poco per volta, con modelli lineari e senza troppi fronzoli. Una volta fatto pratica con questi allora si potrà passare a quelli più difficili e diventare delle sarte provette.

Foto: Shutterstock