La dieta dimagrante non sempre ha come risultato quello di ottenere una pancia piatta. Purtroppo il senso di gonfiore addominale a volte persiste nonostante il dimagrimento. Se si tratta solo di grasso addominale può essere utile svolgere degli esercizi mirati a tonificare la zona, ma quando il problema nasce dall’interno dell’organismo, ovvero dallo stomaco e dall’intestino, è utile ricorrere all’aiuto dei probiotici.

Il gonfiore addominale infatti può essere il sintomo di uno squilibrio della flora intestinale, e in questo caso non c’è dieta dimagrante che possa far tornare la pancia piatta anzi il dimagrimento potrebbe anche essere rallentato a causa del malfunzionamento dell’intestino.

Ecco perché si utilizzano i probiotici, ovvero dei micro-organismi viventi che svolgono un’azione benefica sulla flora intestinale, ristabilendone l’equilibrio perso a causa di stress o magari dopo una malattia e l’assunzione di antibiotici.

Per combattere il gonfiore addominale occorre quindi mettere in atto una strategia completa. Si inizia dall’alimentazione avendo cura di eliminare quei cibi che favoriscono la fermentazione come ad esempio i legumi, le patate, i cavoli o quelli che favoriscono l’assorbimento di aria nello stomaco come le gomme americane.

Se il problema persiste si passa all’uso dei probiotici che garantiscono una reale efficacia in caso di pancia gonfia. Essi accelerano il transito intestinale, aiutando così anche chi soffre di stitichezza e favorendo il buon funzionamento del sistema gastrointestinale. In questo modo anche la dieta dimagrante avrà più efficacia e la perdita di peso sarà accelerata.

Ma cosa sono esattamente i probiotici e come si assumono? Sono dei particolari fermenti lattici che hanno la capacità di arrivare vivi sino all’intestino e di aderire agli enterociti che costituiscono la mucosa intestinale. In questo modo impediscono la proliferazione dei ceppi batterici patogeni.

Si pensa comunemente che tutti gli yogurt ne contengano ma, in realtà, solo alcuni ai quali sono stati aggiunti i probiotici adatti, svolgono questa funzione di riequilibrare la flora intestinale. Esistono poi delle preparazioni in fiale o compresse da assumere per via orale.

Anche se a livello scientifico non è stato del tutto dimostrato che i probiotici favoriscano la perdita di peso, c’è da notare che è stata osservata una diversa flora batterica nelle persone normopeso rispetto a quelle obese, il che farebbe pensare a una stretta correlazione tra i due elementi.

Fonte: melarossa.