Qualche mese fa ha fatto scalpore l’enorme tatuaggio che Ben Affleck aveva sfoggiato sulla schiena. In un primo momento si era pensato che si trattasse di un disegno temporaneo fatto per esigenze cinematografiche, ma in verità quello dell’attore è un mega tatuaggio permanente che risale addirittura a prima della sua separazione ufficiale dalla moglie Jennifer Garner.

Si tratta di un enorme e coloratissima araba fenice che rinasce dalle sue ceneri e che ricopre l’intera schiena del divo hollywoodiano. L’ex moglie non aveva gradito per niente il disegno eccessivo tanto da rivelare le sue perplessità in un’intervista per “Vanity Fair”:

Nel paese da cui provengo si direbbe ‘Che Dio lo benedica’. Una fenice che si eleva dalle ceneri. Io cosa sarei in questo scenario, la cenere? No, è offensivo. Mi rifiuto di essere cenere!

Della stessa opinione pare sia Jennifer Lopez, ex storica dell’attore, intervistata in merito all’argomento da Andy Coehn durante una delle ultime puntate dello show “Watch What Happens Live!“. I due si sono lasciati nel 2004 dopo due anni insieme, a causa pare dell’eccessiva attenzione mediatica che entrambi dovevano sopportare quotidianamente. La popstar, punzecchiata dal presentatore, ha così detto la sua sul nuovo tatuaggio di Affleck, dichiarando apertamente il suo punto di vista critico a riguardo:

È terribile! Cosa stai facendo? I suoi tatuaggi hanno sempre troppi colori. Non dovrebbero essere così colorati. Dovrebbero essere più fighi!

In effetti per l’attore la fenice non è il primo disegno impresso sulla pelle, ma sul suo corpo ne appaiono davvero tanti: un delfino sul fianco, un filo spinato sul braccio, un pesce ed anche qualche iniziale sulle scapole.