Mangiare non significa sempre ingrassare ed aumentare la circonferenza del punto vita, anzi, talvolta è proprio il cibo che aiuta a ridurre il peso e ad aumentare il metabolismo e ci sono perfino delle proteine per accelerare il metabolismo.

Ecco quali sono, secondo gli esperti, le 5 proteine per rendere più veloce il metabolismo.

  1. Tempeh: alimento da poco tempo entrato in uso anche in occidente, ottenuto dalla fermentazione dei semi di soia gialla. Ricco di fibre vegetali e di vitamine, grazie al suo apporto proteico è tra le proteine per accelerare il metabolismo. La sua preparazione è ottimale con noci e funghi che ne esaltano il sapore rendendolo più dolce ed appetitoso.
  2. Riso nero: sempre più usato nelle cucine occidentali, il riso nero (anche chiamato riso venere) è un’ottima fonte di proteine e non solo. Molto presente nelle diete, il riso nero combatte il colesterolo cattivo, rendendo più pulito il sangue. Ha un alto contenuto di ferro ed è un valido alleato nella prevenzione del cancro. Questo cibo, tra le proteine per accelerare il metabolismo, può essere cotto e condito come il riso classico.
  3. Fagioli: vere e proprie perle della natura, i fagioli (ed i legumi tutti in generali) sono ricchissimi di proteine, tanto da poter sostituire, nei pasti vegetariani o vegani, pietanze a base di carne (ovviamente cambiano le quantità). Tra le proteine per accelerare il metabolismo, i fagioli sono tra glli alimenti della cucina povera, grazie anche al loro costo ridotto.
  4. Arachidi: ricchissime di anti ossidanti e di grassi mono insaturi, le arachidi sono perfette per coloro che soffrono di problemi all’apparato cardiocircolatorio. Secondo alcune ricerche, conterrebbe anche un enzima che contrasta e previene gli effetti dell’Alzhimer. Infine, sono un ottimo energizzante anche per gli sportivi.
  5. Proteine vegane: prodotti proteici non a base di latticini, le proteine vegane sono tra le proteine per accelerare il metabolismo grazie al loro apporto di vitamine e sali minerali. Inoltre, essendo di origine vegetale, non provocano danni collaterali (se non in caso di abuso).