Fettuccine alla modenese: Emilia-Romagna a tavola

Anna Carbone 16 ottobre 2014
Difficoltà:
Molto facile
Ingredienti per 4 persone:
  • PER LA PASTA
  • 500 g di farina
  • 5 uova intere
  • o fettuccine già pronte
  • un filettino d'olio
  • un pizzico di sale
  • PER IL CONDIMENTO
  • 60 g di prosciutto crudo
  • 40 g di tartufi affettati fini
  • 150 g di burro
  • 150 g di polpa di pomodoro
  • 50 g di pisellini lessati
  • 50 g di peperone alla piastra
  • tagliato a striscioline
  • 120 g di parmigiano reggiano
  • grattugiato
  • un poco di panna liquida
  • sale
  • pepe

Cucina d’Emilia e di Romagna: grassa sì, ma saporosa. Il romagnolo e l’emiliano sanno gustarla e…digerirla, perché sanno come mangiarla.

In casa, nel ristorante di lusso, nell’infima tra le trattorie sparse sulla strada, fra comune e comune (si riconoscono per le targhe della porta), si può guardare come mangiano: il romagnolo e l’emiliano mangiano lenti, sicuri.

A tavola tornano uomini: lontana l’alienazione e lontani addirittura la parte, la chiesa, la loggia, il partito. Anarchico o liberale o comunista, mangiano lenti e compresi nel gusto. Grasso il piatto, ma sicura la digestione…

E quindi, gustate anche voi queste saporite fettuccine: se non avete tempo per farle fresche in casa, potete acquistarle già pronte e preparare solo il sugo in pochi minuti con prosciutto crudo, tartufi, burro, pomodoro, pisellini, peperone, parmigiano reggiano, panna liquida. Offritele anche ai vostri amici: una cena all’emiliana che è la fine del mondo. Con un vino romagnolo, s’intende…

Fettuccine una leccornia, comunque preparate: in soufflé per una presentazione raffinata, con gamberi e taccole dal sapore terra-mare.

Il vino

L’Albana di Romagna Docg

A una temperatura fra i 10° e i 12° C, si sposa ottimamente con

piatti di pesce, specialmente zuppe e crostacei, a carni bianche,

fegato d’oca, pollo in gelatina e minestre in brodo, antipasti misti, minestre asciutte, risotti, piatti di uova e formaggi, fritto alla marinara..

Le versioni amabile, dolce e passito sono adatte a un fine pasto con frutta, formaggi e dessert. Il migliore abbinamento per l’Albana Passito si ha con il classico Formaggio di Fossa accompagnato da miele di castagno.

Viene prodotto nella zona che comprende le province di Forlì-Cesena, Bologna e Ravenna e i comuni di Castrocaro e Terra del Sole, Forlì, Forlimpopoli, Meldola, Bertinoro, Cesena, Montiano, Roncofreddo, Savignano sul Rubicone e altri ancora.

Preparazione:

Lavorate l'impasto come d'abitudine, fatelo riposare e tiratelo in sfoglie; ricavatene le fettuccine non più larghe di mezzo centimetro.
Fate sciogliere 50 g di burro in un tegame, aggiungete il pomodoro, condite con poco sale e fate cuocere per 8-10 minuti.
Poi aggiungete i piselli, il peperone, il prosciutto e il tartufo, fate insaporire l’insieme per un paio di minuti, togliete dal fuoco e tenete in caldo.
Fate cuocere le fettuccine in abbondante acqua in bollore leggermente salata e sgocciolatele leggermente al dente.
Mettetele in un grande piatto concavo di portata e ricopritele a strati con la panna, con la metà del formaggio grattugiato, i pezzetti di burro ammorbiditi a temperatura ambiente e il sughetto preparato.
Mescolate delicatamente e servite in piatti caldi.
Passate a parte il formaggio grattugiato.

Photo Credit: Brother O'Mara via photopin cc

Note:

Informazioni utili