Meringhette alle mandorle: il dolce da preparare con succo di frutta

Anna Carbone 10 maggio 2013
Tempo totale:
1 ore 30 minuti
Difficoltà:
Facile
Ingredienti per 4 persone:
  • 1 cestino di fragole
  • 300 ml di succo fresco d'arancia
  • 2 kiwi
  • 1 albume
  • 50 g di zucchero al velo vanigliato
  • 50 g di mandorle sbucciate e tritate
  • burro e farina per lo stampo

Le meringhe vantano appassionati in tutto il mondo. Sono un dolce semplice, in un certo senso genuino, considerando la natura degli ingredienti con cui le si può preparare, anche in casa. Stemperarne il sapore troppo ‘zuccheroso’ con le mandorle tritate e il ‘vero’ succo della frutta, questa è la missione della ricetta. Quindi, affilate le armi e godetevi lo strepitoso dessert.

Preparazione:

Lavate e asciugate le fragole e mettetele nel freezer. Tostate le mandorle e riducetele in polvere. Imburrate e infarinate un grosso pezzo di carta da forno e mettetelo su una teglia grande e dai bordi bassi.

Montate l'albume a neve ferma e aggiungete un poco per volta lo zucchero a velo, continuando a sbattere con le fruste possibilmente elettriche fino ad ottenere un composto lucido. Incorporate le mandorle in polvere, mettete la preparazione nella sacca da pasticcere con la bocchetta a stella molto piccola, quindi formate delle piccole meringhe sulla carta infarinata distanziandole di poco una dall'altra.

Fate cuocere le piccole meringhe in forno caldo a 90 gradi per un'ora circa, sfornatele e lasciatele raffreddare. Sbucciate i kiwi e tagliateli a rondelle sottili, frullate le fragole ghiacciate con il succo d'arancia e passate il sugo attraverso un colino.

Versate la "zuppa di frutta" nelle coppette individuali, guarnite con le rondelle di kiwi e con le piccole meringhe alle mandorle e servite subito.

Note:

I VINI CONSIGLIATI:
COLLI DEL TRASIMENO VIN SANTO

Aree di produzione: Umbria - affinamento: fino a 10 anni - caratteristiche: fermo - abbinamento consigliato: DESSERT E FUORI PASTO - colore: dal giallo paglierino all'ambrato con riflessi dorati - odore: etereo intenso tipico tipico - vitigni: trebbiano (40%-70%) grechetto e/o pinot bianco e/o pinot grigio (30%-60%) altri (0-30%) - sapore: tipico persistente armonico asciutto - grad. alcolica min. 14+2.

RECIOTO DELLA VALPOLICELLA
Aree di produzione: Veneto Comprende 19 comuni della fascia settentrionale della provincia di Verona, da est a ovest - affinamento: fino a 2-3 anni - caratteristiche: fermo – abbinamento consigliato: FINE PASTO, DESSERT - colore: rubino intenso - odore: vitigni: Corvina Veronese 45%-95%, ammesso Corvinone max 50% in sostituzione della Corvina; Rondinella 5%-30%, ammessi altri vitigni a bacca rossa non aromatici provincia di Verona max 15%, altri vitigni autoctoni a bacca rossa max 10% - sapore: vellutato armonico di corpo amabile/dolce.

COLLI EUGANEI MOSCATO (anche SPUMANTE)
Aree di produzione: Veneto provincia PD – caratteristiche: fermo (spumante) - abbinamento consigliato: FINE PASTO - colore: giallo paglierino più o meno carico - odore: intenso tipico – vitigni: moscato (95-100%) - sapore: intenso tipico amabile/dolce - gradazione alcolica minima 10,5°.

170 CALORIE PER PORZIONE
photo credit: Elga73 via photopin cc
http://www.ricettepercucinare.com

Informazioni utili