Brad Pitt avrebbe rifiutato il premio César alla carriera

Sulla manifestazione di quest'anno pesano le polemiche nate dalla decisione di conferire 12 nomination al film di Roman Polanski, L'ufficiale e la spia.

Pubblicato il 28 febbraio 2020

Continuano a soffiare venti di bufera sui César, i premi cinematografici più importanti in Francia. Stando infatti alle informazioni raccolte dal quotidiano Le Parisien, Brad Pitt, che avrebbe dovuto ricevere il premio alla carriera, avrebbe rifiutato all’improvviso dopo aver inizialmente accettato.

La 45edizione della manifestazione, che si terrà questa sera alla Salle Pleyel di Parigi, sarà dunque la prima a non vedere il conferimento del César onorario, con cui viene celebrata una personalità famosa del cinema internazionale, non importa se attore o regista.

Gli ultimi anni sono state le cinematografie britanniche e americane a essere premiata dai professionisti del cinema francese: l’anno scorso era stata la volta di Robert Redford, per esempio, chiamato a ricevere il trofeo da Kristin Scott Thomas.

Non si conoscono ancora le motivazioni dietro a questo rifiuto dell’interprete di C’era una volta… a Hollywood – peraltro non confermato né dal diritto interessato né dall’istituzione L’Académie des arts et techniques du cinéma – ma non è improbabile che possa riguardare in qualche modo lo scandalo Polanski che ha travolto i César, per quanto si sia parlato molto anche di mancanza di inclusività nelle scelte dei membri dell’accademia.

I premi infatti sono stati posti sotto accusa a causa delle 12 nomination piovute sull’ultimo film del regista franco-polacco, L’ufficiale e la spia. Roman Polanski, che ha annunciato ieri di non voler essere presente alla cerimonia, è stato nuovamente accusato di stupro da Valentine Monnier, fotografa ed ex modella.

All’epoca dei presunti fatti incriminanti la donna aveva 19 anni: stando alle sue dichiarazioni Monnier sarebbe stata picchiata e violentata dal regista mentre questi si trovava nel suo chalet a Gstaad nelle Alpi svizzere. A provocare le reazioni di associazioni femministe e membri del mondo del cinema francesi sono state anche le parole di Alain Terzian, presidente dell’accademia francese, il quale ha dichiarato che “i César non rappresentano un’istanza che deve assumere posizioni morali“.

Storia

  • Brad Pitt

Credits foto: