La dieta alcalina, detta anche dieta acido-base, è stata inventata dal naturopata Robert O. Young e si basa sulla convinzione che alcuni cibi influenzino il pH dei fluidi corporei e dell’organismo rendendolo troppo acido. In questo caso, per ristabilire l’equilibrio, sarebbe necessario introdurre alimenti alcalini.

Ecco tutto quello che c’è da sapere sulla dieta alcalina, se è una dieta dimagrante utile per perdere peso, i consigli, gli alimenti da privilegiare e un menu d’esempio.

Dieta alcalina: i consigli

Il primo consiglio della nostra redazione è quello di non intraprendere la dieta alcalina (e in generale nessun regime alimentare particolare) senza il consiglio e il supporto di un medico. Per restare in salute come per dimagrire davvero, infatti, la cosa migliore è rivolgersi a un nutrizionista che potrà creare una dieta personalizzata.

In particolare, la dieta alcalina non è un’alimentazione varia, salutare ed equilibrata, perché tende a privilegiare alcuni cibi e a escluderne altri che sono comunque importanti per l’apporto nutritivo. Di seguito, a puro scopo informativo, potrete scoprire come funziona la dieta alcalina.

Dieta alcalina: gli alimenti da privilegiare

In generale, questa dieta predilige verdure crude e vieta grano, carne e formaggi. Vediamo un elenco di cibi Sì e cibi No nella dieta alcalina. Si deve aumentare il consumo di:

  • Verdure, specialmente quella a foglia verde, cetrioli e cipolle
  • Tuberi
  • Frutta, specialmente l’uva
  • Frutta secca, in particolare le mandorle
  • Cereali integrali, meglio se privi di glutine

Evitare di mangiare invece:

  • Carne
  • Latte e latticini
  • Uova
  • Farine raffinate e derivati
  • Sale bianco
  • Zucchero raffinato
  • Cacao
  • Caffè
  • Tè nero
  • Bevande gassate
  • Alcolici

Menu dieta alcalina

Ecco un menu d’esempio di dieta alcalina:

  • Colazione: un bicchiere di acqua con mezzo limone spremuto, un tè verde, un frutto.
  • Spuntino di metà mattina: un frutto o alcune carote o ancora un centrifugato di frutta e verdura.
  • Pranzo: insalata di quinoa e verdure condita con olio extravergine d’oliva a crudo.
  • Spuntino di metà pomeriggio: un frutto, una manciata di frutta secca o una spremuta d’arancia.
  • Cena: una fetta di salmone alla griglia con verdure, conditi con olio extravergine d’oliva a crudo.

Leggi anche: La dieta del gruppo sanguigno | Paleo dieta: come funziona