Frangia sfilata: a chi sta bene e come portarla

Una guida completa alle caratteristiche della frangetta più amata

Pubblicato il 27 maggio 2020
Bellezza

La frangia sfilata è un must in tutti i tagli di capelli di tendenza: ma a chi sta bene veramente e come portarla per valorizzare i lineamenti del volto? Prima di tutto vediamone insieme le caratteristiche. Né corta né così lunga da sembrare un ciuffo, la frangia sfilata sfiora gli occhi. Si riconosce perché è leggera, sbarazzina, leggermente scarmigliata e sexy. È, dunque, “informale”, libera, e regala un look grintoso e frizzante.

Non a caso a sceglierla sono le star e le celebrities che si distinguono per una personalità originale e dirompente. Tra le fan più fedeli della frangia sfilata troviamo Dakota Johnson, Alexa Chung, Barbara Palvin, Heidi Klum, Michelle Hunziker.

Per realizzarla, l’hairstylist taglia le piccole ciocche della frangia in modo obliquo, sfilando poi le punte in modo da regalare lunghezze leggermente diverse, movimento e aria tra i capelli una volta asciugati.

A chi sta bene la frangia sfilata

Il bello della frangia sfilata? Che sta bene un po’ a tutti i tipi di viso. Questa tipologia di frangia si adatta particolarmente ai tagli medi e ai tagli lunghi, ai capelli lisci – a cui dona originalità e movimento- e ai capelli leggermente mossi. Ma si presta bene anche ai tagli corti come il pixie e ai capelli ricci (in quest’ultimo caso basta utilizzare spazzola e phon per allisciare leggermente i capelli della frangetta).

È adatta alle giovanissime ma anche alle signore tra i 50 e 60 anni, che anzi possono utilizzarla per nascondere qualche ruga di troppo. Sceglietela e declinatela in base alla forma del viso, per renderlo più armonico, esaltarne i pregi e minimizzarne i difetti.

  • Viso ovale.  La frangia scarmigliata è perfetta sul volto ovale. Portatela soft e aperta, così che non nasconda i lineamenti proporzionati.
  • Triangolare. Una frangetta lunga e spettinata regala armonia a un tipo di viso a punta.
  • Stretto e lungo. Questo tipo di frangia è l’ideale per “accorciare” un volto troppo lungo.
  • Quadrato. Con il suo movimento morbido, regala dolcezza e rotondità a chi ha i lineamenti più spigolosi.
  • Tondo. Il viso tondo ha bisogno di una scossa: scegliete una frangetta dal mood spettinato e irregolare.

Come portarla

Portare la frangia sfilata è facile, perché non obbliga a un’asciugatura impostata come le baby bang, come le frange bombate dal sapore vintage o come quelle ultra lisce.

Praticissima, si asciuga, infatti, velocemente. Utilizzate il phon senza beccuccio. A metà asciugatura pettinatela con la spazzola rotonda e poi date un’ultima passata di calore.

Questo è il modo più semplice, naturale e immediato di portare questo tipo di frangia, che però è anche molto versatile e si presta al gioco e alla trasformazione in diversi look.

Tra gli styling più alla moda c’è sicuramente quello a tendina, con una scriminatura centrale, romantica, imperfetta, sbarazzina. Si può, poi, portare piena, aiutandosi nell’asciugatura con la spazzola cilindrica e terminando lo styling con una spruzzata di lacca leggera.

Se siete stanche della frangetta, asciugatela spingendola lateralmente come un ciuffo, magari fermandone una parte con una mollettina dal mood sfiziso.

Infine, soprattutto in estate, largo all’effetto wet. In questo caso basta aprire la frangia con un tocco di gel o cera.

Seguici anche su Google News!

Storia

  • Tagli di capelli