Kasia Smutniak parla della vitiligine: "Sono finita anche dai santoni"

Dai medici ai santoni: Kasia Smutniak le ha provate tutte per di sconfiggere la vitiligine, ma solo una maggiore consapevolezza l'ha salvata.

Pubblicato il 18 febbraio 2020

Non dev’essere semplice per un attore fare i conti con una malattia delle pelle, dato che è proprio il corpo lo strumento principale del suo lavoro: lo sa bene Kasia Smutniak, che da 7 anni si è scoperta affetta da vitiligine, una condizione per la quale compaiono sulla pelle chiazze di colore bianco (o per meglio dire senza colore) a causa della mancanza di melanina.

In un’intervista la 40enne interprete di Loro racconta la sua lotta contro la malattia, fino all’accettazione. Gli inizi però furono tutt’altro che semplici: “Non la presi per niente bene”. La donna, di origine polacca ma ormai naturalizzata italiana racconta dell’imbarazzo e del fastidio provato nei primi tempi: “Mi creava tantissima insicurezza, mi truccavo le mani anche solo per portare mio figlio all’asilo“.

Un problema che la ex compagna di Pietro Taricone, oggi felicemente sposata con il produttore Domenico Procacci, ha cercato di risolvere in tutti i modi: “Prima sono andata dai medici e poi sono finita dai santoni, santoni di ogni genere. Quando mi hanno bruciato delle conchiglie in faccia e poi mi hanno fatto sotterrare del pelo di pecora nel giardino di casa, mi sono detta: adesso basta“.

Alla fine è stato proprio un guru, all’apparenza inaffidabile a regalarle una chiave di volta: “Un santone nepalese che non mi ha guarita come tutti gli altri mi ha dato però una bella interpretazione della vitiligine, mi ha detto: sei un serpente, stai cambiando la pelle“.

Una consapevolezza che da allora le ha imposto di lottare contro ogni modifica alla sua immagine e di rivendicare maggiore rispetto per se stessa in un ambiente in cui l’apparenza è tutto: “Qualche giornale rispetta la mia scelta, altri mi rispondono: allora abbiamo un problema. Mi chiedo se il problema sia mio che sono un mostro oppure loro, che non vogliono pubblicare un po’ di verità”.

Visualizza questo post su Instagram

Ph @stareoness

Un post condiviso da KasiaSmutniak (@lasmutniak) in data: