Un pastificio familiare, ancorato alla tradizione che pretende l’eccellenza in ogni fase di produzione, ma anche un’azienda proiettata verso il futuro, che si avvale delle tecnologie più avanzate per la ricerca della qualità: quella della pasta Rummo, tra le migliori paste italiane, e delle sue due anime, è senz’altro una storia che vale la pena raccontare quando si parla di Made in Italy.

A incarnare i valori come la passione che arriva da lontano e la vocazione per lo sviluppo ci sono oggi Cosimo Rummo, che si occupa della produzione presso lo storico stabilimento di Benevento, e il figlio Antonio, per il marketing nella sede di Milano, sesta generazione di una famiglia che produce pasta dal 1846.

Vediamo insieme le caratteristiche della pasta Rummo, dalle materie prime alla Lenta Lavorazione che permette – unica al mondo – una tenuta di cottura certificata, passando per i formati più amati e le nuove linee Biologiche-Integrali, Gluten Free e realizzate con farine a base di legumi e riso integrale.

Pasta Rummo (Ufficio stampa)

Pasta Rummo: provenienza del grano e formati

Solo il migliore grano italiano? No, l’azienda, per la scelta delle materie prime, non si ferma qui e varca i confini nazionali alla ricerca dei migliori grani duri di tutto il mondo, puntando su una qualità che permetta di mantenere gli standard più elevati in fatto di contenuto di proteine, glutine, ceneri. Anche quando si rivela un’opzione più costosa.
Le proprietà organolettiche della semola di qualità superiore impiegata sono alla fine riconoscibili nel gusto degli oltre 100 formati della gamma, che pensa anche ai gourmand esigenti. I più amati? I formati classici a cui gli artigiani trafilai Rummo hanno regalato un pizzico di creatività, come i celebri Spaghetti grossi n. 5, i Fusillotti e i Maccheroncelli rigati.

Pasta Rummo (Ufficio stampa)

Pasta Rummo Lenta Lavorazione: tenuta di cottura certificata

Grazie alle tecnologie innovative, di un settore sempre in sviluppo per migliorare la qualità del prodotto, la Lenta Lavorazione trasforma le migliori materie prime in una pasta con tenuta di cottura eccellente. Una tenuta oggettiva, tanto che il Rummo è l’unico pastificio al mondo a certificarla.

Come? Ogni lotto di produzione viene non solo assaggiato da due chef, ma anche testato con un curioso strumento, una specie di coltello elettronico chiamato dinamometro, che ne prova tenacia e resistenza. Se la pasta non supera il test, viene accantonata e non venduta con il marchio Rummo.

Pasta Rummo (Ufficio stampa)

Le nuove linee

Alla pasta non si resiste… E non si dovrebbe mai rinunciare. Alle linee Biologiche-Integrali e Gluten Free si aggiungono nel 2018 i formati realizzati con farine a base di legumi e riso integrale, Pasta ai Ceci di Toscana e Riso Integrale e Pasta alle Lenticchie Rosse e Riso Integrale. I quattro formati (Penne rigate, Fusilli, Maccheroncelli e Pennette) sono naturalmente gluten free, e una  fonte di proteine vegetali e fibre povera di grassi saturi.

Anche in questo caso, la tenuta di cottura non è in discussione. Da grano raffinato, integrale, senza glutine o di legumi, il diktat della pasta Rummo è: “sempre al dente”.