Tronchetto, a chi sta bene e come si abbina

Modello di scarpe immancabile, non passa mai moda: ecco come si indossa secondo le tendenze dell'inverno 2020.

Moda

Comodo e versatile, il tronchetto è un modello di scarpe da sempre molto amato che non manca mai nelle nuove collezioni. E la moda Autunno-Inverno 2019/2020 non fa eccezione. Si tratta di uno stivaletto che arriva alla caviglia, motivo per cui è molto conosciuto anche con il suo nome inglese, ankle boot.

Ne esistono varianti in pelle e in camoscio, in stampa pitone, un vero must quest’inverno, dalla punta quadrata o dalla silhouette affilata, con tacco a spillo o squadrato oppure in versione ultra-flat.

A chi sta bene il tronchetto? Scopriamolo in questa guida compilata dalla redazione, con qualche consiglio per imparare come si abbina.

Tronchetto: a chi sta bene

  • L’altezza dell’ankle boot penalizza chi non ha le gambe molto lunghe e affusolate; per questo è importante scegliere un modello che finisca poco sopra la caviglia, in modo da valorizzare anche i fisici meno asciutti e longilinei.
  • Le donne molto magre, invece, dovrebbero evitare i modelli con i bordi larghi, che si aprono leggermente, lasciando intravedere la caviglia, se non si hanno polpacci sottili.

Come si abbina il tronchetto

  • Se non si è molto alte, le gonne lunghe a matita o le gonne a ruota fino al ginocchio sono da bocciare con il tronchetto, perché rischiano di “schiacciare” la figura e farla sembrare ancora più bassa e poco slanciata.
  • Con una minigonna è indicato per tutte un modello con tacco alto e sottile.
  • I jeans skinny possono “finire” direttamente in un paio di stivaletti bassi, con bordi ampi e larghi.
  • Con pantaloni a culotte o pantaloni palazzo, invece, occorre fare attenzione che non siano  troppo lunghi, perché rischiano di coprire la calzatura.
  • Sexy e femminile è l’accoppiata tra il pantalone al polpaccio, un po’ aderente, e un tronchetto con tacco, robusto e a scultura oppure alto e sottile a seconda dell’occasione e del proprio grado di comfort.

Credits foto:

  • Dior | Ufficio stampa