Sembra ormai inesorabile il conto alla rovescia per la nuova edizione del Grande Fratello. Abbiamo assistito di anno in anno a una carrellata di tanti personaggi diversi che si sono avvicendati nella casa di Cinecittà. L’ultimo dei quali, il vincitore dell’undicesima edizione Andrea Cocco, ha raccontato come secondo lui si vince il {#Grande Fratello}.

In realtà, Andrea non ha utilizzato strategie per vincere, ma semplicemente delle accortezze che dovrebbero essere un normale comportamento televisivo, non le eccezioni.

Galleria di immagini: Andrea Cocco e Margherita Zanatta

In una TV piena di volgarità e maleducazione, Andrea ha infatti rappresentato una piacevole parentesi, per il suo garbo, la sua educazione, il suo fascino. Anche se tante volte, Andrea rischiava di essere così tranquillo, da non poter suscitare interesse nello spettatore più pruriginoso.

Per Andrea, intanto sono importanti le motivazioni per cui si partecipa> a questo reality, le sue erano tornare nel suo paese e con la sua famiglia. Il modello italo-giapponese ha anche constatato come il pubblico non abbia sempre gli stessi gusti e come le tipologie di vincitori cambino di anno in anno. E infine dà un grosso consiglio ai nuovi concorrenti:

“Bisogna essere sinceri con se stessi e poi con gli altri. Il GF non è il gioco della verità, non tutti stanno lì per mostrarsi cosi come sono. Ci sono due regole fondamentali: non picchiare e non bestemmiare. Tutto il resto è concesso. C’è anche chi entra solo per fare il personaggio o per fare casino.”

Fonte: Pourfemme.