Belen Rodriguez reagisce alla presentazione del marchio della farfallina che Fabrizio Corona avrebbe registrato e festeggiato in questi giorni “a sua insaputa”. Ormai questa pare una formula adatta a tutti: partita dalla politica, è arrivata anche al gossip e ancora una volta ci sono due versioni della storia che non concordano per nulla.

Galleria di immagini: Belen Rodriguez senza mutande

C’è la versione di Belen Rodriguez, per cui il tatuaggio inguinale non sarebbe un marchio registrabile, data l’affezione emotiva molto intima e personale. Dall’altra parte c’è Fabrizio Corona, che candidamente ammette come sia tutto un business di comune accordo con la sua ex.

Belen Rodriguez ha dichiarato a proposito della registrazione del marchio della farfallina:

«Non ne sapevo assolutamente nulla e sono stupita da quanto leggo sui giornali, il mio tatuaggio ha un valore affettivo per me e non l’ho mai registrato. Ognuno è libero di vivere e di lavorare come meglio crede, Fabrizio e io siamo stati insieme, ora non lo siamo più e non abbiamo alcun interesse lavorativo in comune, come ho già più volte ripetuto.»

La risposta non si è fatta attendere da Fabrizio Corona, che ha festeggiato il lancio del marchio in un ristorante di Milano insieme con la sorella della soubrette Cecilia Rodriguez, che a questo punto ha deciso di sposare la causa dell’ex cognato:

«Due giorni prima che la foto fosse su tutti i giornali, abbiamo brevettato il marchio perché sapevamo come avrebbero reagito i giornali di fronte alla farfallina di Belen. I soldi si fanno così e io so farli. La linea non è una provocazione nei confronti di Belen se mai lo è il fatto che abbiamo coinvolto Cecilia.»

Fonte: Ansa.