Capodanno è uno dei momenti delle feste da vivere in grande, l’anno vecchio cede il passo a quello nuovo, si schiudono nuove possibilità e si spera in un futuro migliore, pieno di gioie: per questo in molti pensano di trascorrerlo presso mete da sogno, spesso con il proprio partner, in intimità, o con la famiglia o un ristretto gruppo di amici.

Le mete da sogno sono il posto più bello dove vivere il Capodanno, per rendere questi giorni davvero speciali, magici, fuori dalla realtà, e staccare anche un po’ la spina per ricaricarsi lontano dal caos cittadino, dalla confusione dei giorni di festa, dal traffico natalizio.

Galleria di immagini: Mete da sogno per Capodanno: le foto più belle

Ecco, allora, 10 mete da sogno per Capodanno dove salutare con classe l’anno vecchio e dare il benvenuto al nuovo.

  1. La prima cosa che viene in mente quando si pensa a una giornata da trascorrere in relax è la Spa: quale idea migliore, dunque, che passare il Capodanno immersi nella romanticissima atmosfera di uno dei tre Spa Resort toscani di Italian Hospitality Collection: Fonteverde (San Casciano dei Bagni, Siena), Grotta Giusti (Monsummano terme, Pistoia) e Bagni di Pisa (San Giuliano Terme, Pisa)? Qui lusso, benessere, relax e storia si fondono, e in questo periodo si potrà godere di speciali pacchetti che includono percorsi spa e trattamenti ma anche cenoni per la vigilia e San Silvestro, cene di gala e feste accompagnate da musica dal vivo.
  2. Cosa c’è di più sfarzoso e da sogno di un castello? Per il Capodanno, il Castello di Velona, relais a cinque stelle nel cuore della Val d’Orcia, a Castelnuovo dell’Abate, sfoggia il suo look migliore e si veste a festa, accogliendo gli ospiti in uno scenario suggestivo, animato da luci e decorazioni, sullo sfondo unico della campagna toscana che si snoda tra boschi, uliveti e vigneti. Un Capodanno indimenticabile per chi è alla ricerca di un soggiorno romantico e rilassante, senza rinunciare alle gioie della buona tavola.
  3. Per chi desidera una girandola di musica, feste e colori non si può non consigliare un soggiorno presso il Badrutt’s Palace Hotel di St. Moritz (Svizzera). Quest’anno il suo leggendario King’s Club ospita la famosa etichetta discografica Glitz and Glamour firmata Hed Kandi: ogni fine settimana nuovi DJ si esibiranno con brani ancora inediti. E vale la pena, se si ha qualche giorno di ferie in più, aspettare il 4 gennaio 2016 per ascoltare la delicata voce di Umberto Tozzi colmare la Embassy Ballroom con i suoi successi “Ti amo”, “Tu” e“Gloria”.
  4. Gli amanti della buona cucina e delle atmosfere di montagna non possono perdersi l’unico ristorante gourmet in alta quota delle Dolomiti, guidato dal talentuoso chef napoletano Ivan Matarese: presso il ristorante Viel dal Pan, nel comprensorio Porta Vescovo Dolomiti Resort (Belluno), si può vivere un Capodanno all’insegna del gusto, dei buoni ingredienti e della natura: niente fuochi d’artificio, ma la vista incomparabile sulle vette dolomitiche e, a mezzanotte, solo lanterne in cielo.
  5. Bagni con latte fresco e miele, alle rose con cabina di meditazione, all’olio fossile, sauna alle erbe di montagna e sauna al pino mugo in una vasca all’aperto unica che consente di vivere l’open spa tra la neve e con la vista delle Dolomiti: questo e tanto altro ancora è l’hotel Pfösl (Bolzano), dove il concetto di natura avvolge tutto. Tra le proposte più originali in zona, poi, non si può non citare quella nata da un’idea dell’hotel Drumlerhof, che prevede di dormire in igloo a 2000 metri, per chi ha voglia di sperimentare una notte nel ghiaccio con questo pernottamento originale e al tempo stesso confortevole.
  6. Se guardando l’ultimo film di 007 al cinema, “Spectre”, vi siete innamorati dell’innovativa struttura dove avviene il primo incontro tra Daniel Craig (James Bond) e Léa Seydoux (Madeleine Swann) e degli splendidi paesaggi montani che si gustano nei momenti di tensione in cabinovia, sappiate che potrete ritrovare la magia della pellicola a Sölden, destinazione sciistica top della vallata tirolese dell’Ötztal, in Austria. In particolare, i locali che nel film sono trasformati in una clinica all’avanguardia, non sono altro che il ristorante di design Ice Q, sulla montagna Gaislachkogl. Presso questo spettacolare edificio, che ha la forma di un cubo di ghiaccio è possibile assaggiare una cucina alpina rivisitata accompagnata da nobili vini.
  7. La ristorazione contadina, la produzione di gastronomia genuina e l’artigianato autentico dell’Alto Adige sono i protagonisti delle proposte di alloggio e visita nei masi (gli agriturismi) del Gallo Rosso. Nei masi altoatesini sparsi in tutta la regione e uniti da Gallo Rosso, i rituali legati alle festività sono ancora molto sentiti e gli ospiti hanno il privilegio di partecipare a delle usanze che profumano di antico, entrando in contatto diretto con le più importanti tradizioni della zona e vivere il magico periodo dell’Avvento in maniera unica.
  8. È un’isola tra le montagne per chi vuole ricaricare le energie in vista del nuovo anno, il Vigilius Mountain Resort, in Alto Adige, a Lana (Bolzano): non ci sono strade che raggiungono questo design hotel 5 stelle eco-sostenibile, si arriva solo in funivia. Non ci sono orologi o schermi televisivi all’interno della struttura, solo la magia del Monte San Vigilio e coccole ad alta quota nella SPp.
  9. Se vi manca l’estate e sotto la neve vi sentite un pesce fuor d’acqua, tuffatevi nell’Atlantis, The Palm, il resort di Dubai (Emirati Arabi Uniti) ispirato al mondo sottomarino, con un parco acquatico di 17 ettari, il più grande ambiente marino all’aperto con oltre 65.000 esemplari nelle sue lagune e The Lost Chambers Aquarium, l’attrazione che regala un viaggio attraverso il mito di Atlantide fra labirintici corridoi e passaggi sott’acqua.
  10. Sempre per chi, a Capodanno, preferisce un posto al sole ma vuole immergersi pienamente nella natura, The Brando propone un’esperienza di lusso assoluto e al tempo stesso dall’anima green sull’atollo privato di Tetiaroa in Polinesia Francese. Un paradiso eco-friendly, dove anche i menu delle feste proposti per le cene di Natale e Capodanno utilizzeranno come ingredienti base i prodotti freschissimi colti direttamente dall’orto e dal frutteto biologico del resort, oltre a prelibatezze locali da gustare nei ristoranti del resort tra cui spicca il gourmet Les Mutinés diretto dallo Chef Guy Martin del Gran Vefour di Parigi, 2 stelle Michelin.