Cavolini di Bruxelles stufati: contorno delicato ma saporito

Anna Carbone 8 gennaio 2015
Tempo totale:
35 minuti
Difficoltà:
Molto facile
Ingredienti per 4 persone:
  • 1 kg di cavolini di Bruxelles
  • 100 g di prosciutto cotto
  • ½ tazza di panna liquida
  • 1 dado per brodo
  • burro
  • sale
  • pepe

È un contorno tipicamente invernale che accompagna egregiamente carni lessate o arrosto, ma anche pesci al cartoccio o alla griglia.

I cavolini di Bruxelles sono ottimi in un risotto con salsicce da provare; con le tagliatelle per un primo piatto vegetariano.

Oggi ve li propongo stufati, per un delicato e saporito contorno con 394 calorie per porzione. Già. È il momento di rientrare nel peso dopo i pasti e gli stuzzichini delle feste non proprio ipocalorici.

È il momento di calde ricette d’inverno, con un occhio al gusto e un occhio alla bilancia.

Il vino

Franciacorta Docg

Nella varietà bianco, millesimato o no, si abbina agli aperitivi, ai piatti di apertura a base di pesce, ai primi piatti delicati, ai secondi piatti soprattutto a base di verdure o pesce.

Il Franciacorta rosé è in genere più corposo del bianco ed è adatto ad accompagnare pesci saporiti, verdure molto sapide e carni bianche leggere.

I satin accompagnano insalate di pesce, carpaccio di pesce

e frutti di mare crudi o variamente cucinati.

Riepilogo Ricetta
Nome
Cavolini di Bruxelles stufati
Pubblicata il
Tempo Totale
no rating Based on 0 Review(s)

Preparazione:

Togliete ai cavolini le foglie esterne ingiallite e smussate il torsolo, ma non troppo per evitare che si stacchino anche le altre foglie.
Lavateli bene, poi fateli lessare in una pentola contenente acqua calda salata in ebollizione per circa quindici minuti. Appena cotti, scolateli e adagiateli su un panno perché asciughino bene
Fate fondere il burro in un tegame, unitevi i cavolini e il prosciutto cotto tagliato a listarelle; salate e fate insaporire mescolando di tanto in tanto.
Mettete ora sul fuoco un pentolino con la panna e un dado per brodo; quando quest'ultimo si sarà sciolto, versatelo sui cavolini e lasciateli cuocere ancora per 5 – 10 minuti a fuoco basso.
Potrete anche usare una buona béchamel arricchita con abbondante parmigiano grattugiato in sostituzione della panna e far dorare in forno per una ventina di minuti.
Se preferite, potrete più semplicemente farli dorare in abbondante burro fuso insaporito con qualche foglia di salvia e abbondante pepe nero macinato fresco.

photo credit: nociveglia via photopin cc

Note:

Informazioni utili