Nonostante le melanzane a barchetta siano un classico della cucina italiana, soprattutto al sud, in pochi sanno che la produzione di questo ortaggio si sviluppa maggiormente in Cina, la quale produce circa il 56% del fabbisogno mondiale, mentre l’Italia si ferma all’1%.

La preparazione a barchetta, che di per sé è molto semplice, permette di gustare a pieno (gli ingredienti aggiuntivi sono solo i pomodori pachino) questo frutto squisito.

Gli ingredienti per 4 persone:

  • 2 melanzane nere (anche se io preferisco le viola);
  • 10 pomodorini pachino;
  • due spicchi di aglio;
  • qualche scaglia di parmigiano;
  • olio, origano e sale.

Chi lo desiderasse può aggiungere anche:

  • 4 fettine di pancetta tesa;
  • 1 mozzarella fiordilatte.

La preparazione che, come detto, è molto semplice:

Spaccate le melanzane a metà dall’alto verso il basso, svuotatele della polpa interna e mettetele sotto sale, lasciandole scolare per un ora circa.

A questo punto riducete a cubetti la polpa delle melanzane e i pomodori pachino (chi avesse aggiunto pancetta e mozzarella dovrà fare questo procedimento anche con queste), sistemate le melanzane in una teglia, aggiungete all’interno della “barchetta” l’aglio a pezzettini, la polpa, i pomodorini e condite con origano e sale.

Aggiungere prima di infornare un filo di olio di oliva e cuocere a 180°.

Una volta pronte, togliere dal formo, aggiungere qualche pezzetto di pomodoro fresco e qualche scaglia di parmigiano ed eccole pronte per essere servite.